Come usare i social media per trovare il lavoro ideale

Se siete intenzionati a utilizzare i social media per contattare i datori di lavoro, il vostro profilo dovrebbe essere coerente con l’immagine pubblica che desiderate dare di voi e i vostri account dovrebbero essere adattati alle aspettative dei vostri destinatari ideali, proprio come un CV.

Date un taglio professionale al vostro profilo
  • Rendete i vostri profili «social» interessanti per i potenziali datori di lavoro. Fornite informazioni pertinenti e, se volete che un datore di lavoro acceda a più di un vostro account sui social network, pubblicate degli hyperlink (per esempio, fornite l’indirizzo web del vostro profilo LinkedIn nella vostra bio Twitter).
  • Se desiderate mostrare veramente le vostre competenze e promuovere la vostra persona attraverso Facebook o Google+, create una pagina fan professionale. Queste pagine possono essere create esattamente come un qualsiasi profilo personale di una «social network» e contenere tutte le informazioni pertinenti sulla persona interessata, evitando così che i datori di lavoro debbano visitare il profilo personale. Cercate di mantenere il profilo aggiornato come un blog, per evitare di sembrare poco impegnati.
  • Un altro modo per catturare l’interesse di un datore di lavoro è ottenere referenze o raccomandazioni da precedenti datori di lavoro e pubblicarle su servizi come LinkedIn, cosa che permette ai potenziali datori di lavoro di visionare direttamente una referenza e di accedere ai recapiti del precedente datore di lavoro.
  • Pubblicate nelle pagine del profilo una vostra fotografia recente e adatta a un contesto professionale. Se utilizzate più profili di social network, fate in modo che siano coerenti tra loro. Dimostrerete in tal modo di essere consapevoli dell’importanza dell’identità e dell’immagine di marca, due fattori che consentono a un potenziale datore di lavoro di capire meglio la vostra identità.

Partecipate alle comunità online

  • Seguite le aziende che operano nel vostro raggio d’interesse. Dimostrate di essere interessati al settore. Seguite le novità di quel settore specifico. Così facendo dimostrerete di essere aggiornati sulle novità.
  • Formulate commenti costruttivi sulle campagne, le novità o i gruppi del settore o dell’azienda in cui intendete lavorare. Dimostrerete in tal modo di comprendere ciò che avete letto e i datori di lavoro potranno apprezzare le vostre competenze a livello analitico e di ricerca.
  • Contattate i dipendenti dell’azienda presso cui siete interessati a lavorare per raccogliere informazioni riguardo all’azienda stessa. Non sempre otterrete risposte, ma raccogliere il punto di vista dei dipendenti può essere utile per farsi un’idea di cosa significhi lavorare per quell’azienda o in quel determinato settore.

Mettetevi nei panni dei datori di lavoro


Anche se non desiderate che un datore di lavoro veda il vostro profilo, sappiate comunque che il vostro profilo può essere visionato. Secondo una relazione statunitense, il 45 % dei datori di lavoro utilizzano i social media nel processo di selezione dei candidati.

Nell’esaminare un profilo, un datore di lavoro osserverà quanto segue:
  • Presentazione: come vi presentate? Siete una persona positiva? Avete mosso critiche nei confronti di precedenti datori di lavoro?
  • Competenze interpersonali: in che modo interagite e comunicate con gli altri?
  • Verifiche: le informazioni pubblicate online corrispondono a quelle riportate nel vostro CV?

Sfruttate i social media

  • Scegliete la piattaforma che vi è più congeniale. Se desiderate commentare eventi dal vivo o avviare una conversazione in tempo reale, l’opzione migliore è Twitter. Se cercate informazioni su un’azienda o desiderate partecipare a un dibattito a livello professionale, probabilmente LinkedIn è una scelta migliore.
  • Social media diversi possono essere usati in settori professionali diversi. Se siete creativi, pubblicate alcune delle vostre opere su http://www.reddit.com o create un CV infografico. Se operate nel settore dei video o del giornalismo, create un videocurriculum e caricatelo su YouTube. Accertatevi che il vostro materiale sia accessibile, inserendolo in un profilo professionale come LinkedIn oppure fornendo i link nel vostro CV.
  • Potete anche ricorrere a servizi di abbreviazione degli indirizzi web come http://bitly.com, http://tinyURL.com e http://goo.gl. Alcuni servizi, oltre a permettervi di personalizzare ivostri link in modo da creare indirizzi brevi e facilmente reperibili dai vostri potenziali datori di lavoro, offrono anche la possibilità di sapere quando e da dove l’indirizzo è stato visitato. In questo modo saprete che qualcuno è interessato al vostro profilo e potrete mostrare questi risultati nel corso di un colloquio con un potenziale datore di lavoro.
  • Adeguate il vostro profilo nei social media al settore professionale in cui siete interessati a operare. Se si tratta di un ambito tecnico o informatico, mostrate queste competenze sul vostro profilo inserendo commenti ad articoli. Nel caso del marketing o delle relazioni pubbliche, mostrate le vostre competenze interagendo nelle conversazioni.
I social media nel mondo

Alla data della stesura di questa pubblicazione, Facebook era la piattaforma di social network più utilizzata in Europa, accanto ad altre piattaforme diffuse come Twitter, LinkedIn e Google+. È importante tuttavia controllare qual’è la piattaforma più diffusa nel paese in cui si desidera lavorare, consultando servizi di ricerca del mercato come Comscore o servizi nazionali di statistica. Sempre alla data di stesura della presente pubblicazione, nei seguenti paesi europei erano diffuse le seguenti piattaforme:

© Unione europea, 2014

Study in Poland
Privacy Policy