Belgio - lavoro

Paese: Belgio
Lingue ufficiali: neerlandese (nord), francese (sud), tedesco
Forma di governo: monarchia costituzionale
Popolazione: 11,2 milioni
Capitale: Bruxelles
Moneta: euro (EUR)
Membro dell’UE o del SEE: UE
Prefisso telefonico: +32
Codice Internet: .be

Perché questo paese?

Il Belgio, sede delle istituzioni dell'UE e di altre organizzazioni internazionali, è un paese benestante e multilingue. La regione delle Fiandre, di lingua olandese, si trova nella fascia settentrionale del paese e vanta località costiere, le città storiche di Bruges e Gand e la vivace città portuale di Anversa. A sud si trova la regione francofona della Vallonia, caratterizzata da fitte foreste, remote brughiere e da uno stile di vita più rilassato. Luogo d'incontro di queste due culture, Bruxelles ospita anche un'importante comunità internazionale.

L'offerta di lavoro varia a seconda della regione: il maggior numero di posti che rimangono vacanti si registra soprattutto in Vallonia e a Bruxelles. L'esistenza di offerte non soddisfatte si spiega in parte con la mancata corrispondenza tra i profili dei candidati e le esigenze dei datori di lavoro. La maggior parte dei posti vacanti riguarda il settore dei servizi o il settore pubblico. Abbastanza nutrita è anche la domanda di operatori sanitari, esperti informatici, insegnanti elementari, addetti alle pulizie, addetti alle vendite e impiegati.

Cercare lavoro

Per trovare lavoro in Belgio è bene parlare neerlandese e/o francese, le due lingue più diffuse. Il tedesco è parlato soltanto in un'area circoscritta del Belgio. La capitale, Bruxelles, è bilingue: per poter lavorare qui nella maggior parte dei casi è necessario conoscere sia il neerlandese sia il francese. Nonostante ciò, riescono a trovare lavoro in Belgio anche molte persone che parlano l'inglese, soprattutto a Bruxelles. Per le offerte di lavoro disponibili per chi conosce l'inglese visitare il sito http://jobsinbrussels.com

Il Belgio possiede quattro servizi pubblici dell'occupazione, che servono le diverse regioni e comunità linguistiche.

Actiris è disponibile nella capitale, Bruxelles (bilingue neerlandese/francese): http://www.actiris.be

Le Forem si trova in Vallonia (regione meri­dionale francofona): http://www.leforem.be

VDAB ha sede nelle Fiandre (regione settentrionale, di lingua neerlandese): http://www.vdab.be

ADG serve le aree di lingua tedesca del Bel­gio orientale: http://www.adg.be

La sezione Collegamenti del portale EURES propone una scelta di link ad altri siti web e quotidiani che pubblicano avvisi di posti vacanti. Si consiglia di visitare anche il sito web sulla mobilità internazionale e il Belgio: http://www.bijob.be

Suggerimenti per i candidati

La maggior parte dei datori di lavoro seleziona i candidati sulla base di un CV e di una lettera di presentazione. Se vi candidate via e-mail, utilizzate un indirizzo e-mail "professionale". Inserite un oggetto chiaro nel messaggio di posta elettronica e curate il formato del CV e della lettera di presentazione. Per scrivere la lettera di presentazione usate gli standard belgi riconosciuti (BIN-normen), se li conoscete.

È normale accludere una fotografia al CV?

No, è sconsigliato.

Le candidature scritte a mano sono più apprezzate?

No, la maggioranza dei candidati invia la propria candidatura via e-mail.

Il modello Europass per il CV è diffuso e accettato?

I datori di lavoro preferiscono il modello nazionale, ma il modello Europass è usato con sempre maggior frequenza.

Contattare il datore di lavoro via telefono

Se chiamate il datore di lavoro, presentatevi in modo chiaro e sintetico e parlate nella lingua richiesta. Se state proponendo una candidatura spontanea, presentatevi e indicate chiaramente il ruolo per cui vi state candidando.

È necessario inviare i diplomi insieme alla candidatura?

No, in genere i diplomi non sono necessari in questa fase. Potrebbero tuttavia essere richiesti in un secondo tempo, al momento della firma del contratto, per cui tenete pronta una traduzione dei diplomi.

Occorre presentare referenze, lettere di raccomandazione o una prova di buona condotta?

In Belgio non si usano referenze o lettere di raccomandazione. Possono essere richieste, ma non accade frequentemente. Potrebbe invece essere richiesta, per alcune professioni, una prova di buona condotta.

Tempo intercorso solitamente tra la pubblicazione dell'avviso di posto vacante e l'inizio dell'attività lavorativa

Sei settimane, anche se per alcune professioni (per esempio, nel caso in cui vi sia carenza di candidati) l'intervallo potrebbe essere assai più breve.

Prepararsi al colloquio

Se il datore di lavoro è interessato al vostro profilo, potrebbe organizzare uno o più col­loqui di lavoro oltre che valutazioni delle competenze e test psicologici.

Preparatevi bene raccogliendo informa­zioni sulla società, riflettendo sui motivi per cui desiderate lavorare per quel datore di lavoro e in quel settore, ed esercitatevi a rispondere alle domande in un'altra lingua.

Un colloquio può essere considerato come una sorta di contrattazione più che un'in­tervista con domande e risposte. Gli aspetti fondamentali per il datore di lavoro sono il vostro atteggiamento, la vostra risolutezza, la vostra educazione e il modo in cui vi pre­sentate. Voi rappresenterete la società e perciò dovrete essere perfettamente in linea con il team.

Suggerimenti relativi all'abbigliamento

Vestitevi con l'abbigliamento che ritenete opportuno per svolgere l'attività professionale per cui vi candidate, senza essere troppo o troppo poco eleganti per il ruolo previsto. Gioielli o profumo devono essere adatti all'abbigliamento. Ricordate che il modo in cui vi presentate rispecchia la vostra personalità.

Chi parteciperà al colloquio?

In genere il primo colloquio si tiene con uno psicologo. Successivamente potreste avere un colloquio con il dirigente di linea o per¬sino con un futuro collega. L'ultimo colloquio, fissato per discutere aspetti pratici quali la retribuzione ecc., sarà condotto da un rappresentante del dipartimento Risorse umane. Potete aspettarvi 45 minuti per un colloquio e mezza giornata per i test.

Bisogna stringere la mano?

Si, la stretta di mano è normale in Belgio.

Esiste una struttura tipica per il colloquio di lavoro?

In genere il colloquio inizia con una presentazione di sé da parte dell'intervistatore. Poi viene chiesto al candidato di presentarsi. L'intervistatore passerà da domande molto generiche a domande molto dettagliate. Alla fine del colloquio il candidato ha l'opportunità di fare delle domande. Il colloquio si conclude con una serie di informazioni pratiche relative al periodo necessario per la selezione e alle modalità di riscontro. Di solito l'atmosfera è formale e professionale. Comportatevi in maniera professionale, sia all'inizio che al termine del colloquio. Parlate soltanto di argomenti che potrebbero interessare al datore di lavoro. Prestate attenzione a come si presenta il selezionatore; usate il nome soltanto se è il selezionatore a scegliere questa modalità. Sappiate che l'atmosfera tipica di un colloquio di lavoro non sempre riflette la cultura aziendale.

Quando si può considerare "inappropriata" una domanda?

Non siete tenuti a rispondere a domande che riguardano aspetti quali la religione, l'orientamento sessuale, i progetti familiari ecc. Il fatto che non desideriate rispondere a domande attinenti alla sfera personale può anche essere valutato positivamente, perché inteso come una dimostrazione della vostra risolutezza. Se ritenete di essere stati discriminati, potete sporgere un reclamo formale.

Discutere il trattamento economico (retribuzione e altri emolumenti)

La contrattazione del trattamento economico si svolge solitamente nella fase finale della procedura di assunzione, quando il candidato ha la possibilità di fare delle domande. Lo stipendio è generalmente espresso in termini di retribuzione lorda, mensile o oraria, a seconda del tipo di contratto. Non esitate a chiedere chiari-menti sul contenuto esatto del pacchetto retributivo. È anche possibile contrattare in merito alle mensilità aggiuntive (13a o 14a mensilità) inserite tra le voci dello stipendio annuale. Le mensilità aggiuntive non sono incluse nella retribuzione menzionata nell'avviso di posto vacante. Le contrattazioni sono possibili soltanto nel settore privato.

Le principali prestazioni integrative sono: buoni pasto, assicurazione ospedaliera, auto aziendale, telefono cellulare, computer e rimborso delle spese di trasporto per i pendolari. Le contrattazioni si svolgono tra il candidato e un rappresentante delle risorse umane.

È previsto un periodo di prova?

Dal punto di vista legale un periodo di prova di un giorno non è previsto, salvo qualora venga organizzato da un'agenzia di lavoro interinale (il che significa che il candidato è pagato per quel giorno). Sono possibili prove pratiche sul posto di lavoro, che tuttavia non possono durare più a lungo di quanto necessario per testare le competenze del candidato.

Quanto dura il periodo di pratica professionale standard?

Da sette a quattordici giorni per i colletti blu; da 1 a 12 mesi per i colletti bianchi.

Il datore di lavoro rimborsa le spese sostenute dai candidati per partecipare al colloquio di lavoro?

In generale il datore di lavoro non rimborsa le spese di viaggio dei candidati.

Quando viene comunicato l'esito del colloquio?

Dipende dal tipo di attività e dal datore di lavoro.

Responso e fasi successive

Se un datore di lavoro ha promesso di fornire un riscontro entro una settimana, non chiamate prima. Se non siete stati contattati dopo due settimane, potete chiamare e chiedere un riscontro.

Con quanto anticipo è opportuno presentarsi al colloquio?

Siate sempre puntuali. Cercate di arrivare con 5 minuti di anticipo. Se prevedete di arrivare in ritardo, a causa del traffico, di ritardi dei treni ecc., informate il datore di lavoro. Assicuratevi di avere con voi un numero da contattare quando vi recate al colloquio.

ultima data di modifica: 2014-09-29 14:16:42

© Unione europea, 2014

Study in Poland
Privacy Policy