Suggerimenti per i candidati

Paese
trovato tutto: 32
Lavorare in EuropaSuggerimenti per i candidati
Austria - lavoro

Le lettere di presentazione vengono gene­ralmente scritte al computer. La vostra can­didatura scritta dovrà sempre contenere una lettera di presentazione formale in cui indicate l'offerta di lavoro cui vi state candi­dando. Assicuratevi che l'indirizzo e il nome della persona responsabile siano riportati correttamente nella lettera.

Il vostro CV deve essere breve, pertinente, redatto in ordine cronologico e completo. Il vostro profilo personale deve essere adat­tato all'offerta di lavoro. I documenti che inviate al datore di lavoro non devono recare alcun tipo di annotazioni.

In caso di candidatura spontanea, pren­dete l'iniziativa per assicurarvi che, in man­canza di posti vacanti, la vostra candidatura sia registrata in una banca dati di potenziali candidati. Quando la società avrà bisogno di assumere qualcuno, questa banca dati sarà in genere la prima a essere consultata dal dipartimento Risorse umane.

Belgio - lavoro
La maggior parte dei datori di lavoro seleziona i candidati sulla base di un CV e di una lettera di presentazione. Se vi candidate via e-mail, utilizzate un indirizzo e-mail "professionale". Inserite un oggetto chiaro nel messaggio di posta elettronica e curate il formato del CV e della lettera di presentazione. Per scrivere la lettera di presentazione usate gli standard belgi riconosciuti (BIN-normen), se li conoscete.
Bulgaria - lavoro
La normale procedura è la seguente: i candidati si propongono per un posto di lavoro e successivamente vengono invitati per un colloquio con il datore di lavoro e/o un suo rappresentante. Oltre al CV il datore di lavoro solitamente chiede una breve lettera di motivazione, in cui siano spiegati i motivi dell'interesse del candidato per il posto vacante.
Cipro - lavoro

I metodo di candidatura più diffuso è l'in­vio di una lettera scritta al computer e di un CV. Per i lavori non qualificati, la pro­cedura di candidatura è solitamente ver­bale. Nei casi in cui il candidato è proposto dai servizi pubblici dell'occupazione, viene emessa una lettera standard di referenze (che deve essere compilata dal potenziale datore di lavoro, indicando la propria deci­sione definitiva) e presentata all'ufficio di collocamento.

Se vi candidate per un posto di lavoro di cui avete trovato l'annuncio sul portale EURES, indicate il numero di riferimento nazionale. Sia le candidature elettroniche sia quelle scritte devono includere una lettera di pre­sentazione, che deve essere breve (non più di una pagina), pertinente e digitata al com­puter. Tale lettera, indirizzata al datore di lavoro o all'organismo che ha pubblicato l'avviso di posto vacante, deve contenere dati importanti non inclusi nel CV e deve essere sempre firmata.

Croazia - lavoro
La lettera di accompagnamento non deve essere più lunga di una pagina e deve fornire spiegazioni accurate sui motivi che rendono la vostra candidatura ideale rispetto alla posizione da ricoprire. Il testo della lettera deve essere grammaticalmente corretto e deve rispecchiare i canoni della comunicazione aziendale. Deve inoltre essere comprensibile e fluido alla lettura.
Danimarca - lavoro

La procedura di candidatura è descritta nell'annuncio di posto vacante e deve essere rispettata.

In genere i contatti tra il candidato e il datore di lavoro sono diretti. Quando viene inviata una candidatura, solitamente per via elettronica, è molto importante perso­nalizzarla per il datore di lavoro specifico.

I datore di lavoro va contattato soltanto nella lingua richiesta nell'annuncio. Non dovete necessariamente possedere tutte le qualifiche, ma è indispensabile che par­liate la lingua usata nell'avviso di posto vacante. Scrivete sempre la vostra candi­datura in piena autonomia e contattate il datore di lavoro personalmente. L'autenti­cità dei documenti in lingua straniera deve essere dimostrata.

Nel corso di una procedura di candidatura è considerato del tutto inaccettabile scrivere erroneamente la denominazione e l'indi­rizzo della società, presentare una domanda con errori, esibire un atteggiamento sleale nei confronti di precedenti datori di lavoro e presentarsi in ritardo al colloquio di lavoro.

"Il consulente EURES mi ha informato della possibilità di partecipare a un corso di giardinaggio in serra in Dani­marca e di associarlo a un corso di lin­gua danese e a un periodo di lavoro in un'azienda agricola danese. Mi è sem­brata un'opportunità interessante oltre che un modo per acquisire nuove com­petenze e conoscenze utili per la mia futura vita professionale. Un'esperienza di lavoro all'estero amplia i tuoi oriz­zonti, ti rende più indipendente, accre­sce la tua autostima e ti permette di allargare la rete delle tue relazioni personali".

Sarunas, in cerca di lavoro, Lituania

Estonia - lavoro
In Estonia il canale più utilizzato per rispondere a un'offerta di lavoro è attraverso una banca dati online dell'occupazione. Si consiglia di utilizzare un modulo di candidatura elettronico, che dovrebbe essere breve e specifico. Le candidature scritte a mano devono essere leggibili, grammaticalmente corrette, concise e pertinenti.

In molti casi, dopo aver inviato il CV e la candidatura, dovrete sottoporvi a una serie di altri test, tra cui una prova di conoscenza della lingua e un test di idoneità al lavoro. Soltanto a questo punto, se sarete stati selezionati, sarete invitati a partecipare a un colloquio.
Finlandia - lavoro

Assicuratevi di compilare la domanda in maniera accurata; se non è completa, potrebbe non essere presa in considera­zione. Probabilmente il datore di lavoro riceve centinaia di domande. Cercate di farvi notare rispetto agli altri candidati.

La lettera di presentazione non dovrebbe essere più lunga di una pagina. Descri­vete brevemente perché sareste il candi­dato migliore. Indicate uno o due referenti e fornite i loro recapiti; il datore di lavoro potrebbe essere interessato a chiamarli (eventualmente anche prima del colloquio) per chiedere che tipo di dipendente siete. Ricordate di firmare la lettera.

La lunghezza del CV non deve superare due fogli A4.

Prima di candidarvi spontaneamente con­sultate il sito web della società per capire che tipo di opportunità di carriera potrebbe offrirvi e conoscere le modalità di selezione seguite solitamente dal datore di lavoro per assumere nuovo personale. Se esiste un modulo elettronico per le candidature spontanee, utilizzatelo. In caso contrario, contattate il datore di lavoro via e-mail o al telefono. Se il vostro primo contatto avviene via e-mail, chiamate la società dopo una settimana circa e chiedete se le persone responsabili del processo di sele­zione hanno ricevuto la vostra domanda e se hanno avuto il tempo di valutarla.

Specialmente nelle piccole società è possi­bile che non vi sia personale a sufficienza per pubblicare gli avvisi di posto vacante, gestire le domande, organizzare i colloqui, eccetera. Vale quindi la pena di contattare il datore di lavoro direttamente e di candi­darvi spontaneamente per un posto.

Francia - lavoro

Il CV deve essere formato da una pagina per i giovani laureati o da due pagine al massimo per i profili più esperti. Un CV di due pagine è organizzato solitamente in sei sezioni.

Informazioni personali: nome, indirizzo, numero di telefono (con prefisso inter­nazionale), e-mail. Stato di famiglia, età e nazionalità (per i cittadini dello Spazio economico europeo) sono facoltativi.

Titolo: la posizione di lavoro desiderata, possibilmente con la specificazione dei punti di forza, per esempio: "assistente commerciale trilingue: inglese, francese e spagnolo".

Esperienza professionale: esperienza pro­fessionale, indicando le date, la posizione ricoperta, il nome dell'azienda, il settore di specializzazione e la sede, e menzio­nando le responsabilità, le mansioni e i risultati raggiunti.

Formazione: devono essere indicati i titoli, la data di acquisizione e il loro equiva­lente nel sistema di istruzione francese.

Conoscenze linguistiche e informati­che: va riportata la lingua madre e deve essere specificato il livello di conoscenza della lingua francese (lettura, scrittura e produzione orale).

Altre informazioni, spesso riportate alla voce "Interessi". Se avete vissuto in Fran­cia, riportate questa informazione nel CV.

La lettera di candidatura non deve essere più lunga di una pagina e deve essere dat­tiloscritta (nella maggior parte dei casi la trasmissione avviene tramite posta elettro­nica). Dimostrate il vostro interesse per l'a­zienda e mettete in evidenza le competenze in vostro possesso che vi permetteranno di far fronte alle esigenze della posizione.
Germania - lavoro

Per le candidature scritte, assicuratevi di creare un fascicolo completo contenente la lettera di candidatura, il CV, una fotografia e alcune lettere di raccomandazione. Assi­curatevi che i documenti non contengano errori ortografici e che il fascicolo appaia perfetto.

La lettera di candidatura non deve essere più lunga di una pagina e il CV deve limitarsi a due pagine e deve contenere informa­zioni di carattere professionale. In alterna­tiva si può creare un profilo professionale in cui siano indicate le competenze e le espe­rienze acquisite. Lo stile dei documenti deve essere consono alla funzione.

Se inviate la vostra candidatura tramite e-mail, si consiglia di preparare la let­tera di presentazione, il CV, la fotografia e le lettere di raccomandazione in un unico documento.

Grecia - lavoro
L'iter normalmente seguito per rispondere a un'offerta di lavoro in Grecia è inviare un CV al datore di lavoro tramite posta elettronica oppure consegnarlo personalmente o contattare il datore di lavoro telefonicamente. Il curriculum deve essere accompagnato da una lettera di presentazione firmata dal candidato, in cui sono spiegate le motivazioni della candidatura.
Irlanda - lavoro

Il CV e la lettera di accompagnamento con­corrono a formare la prima impressione che il datore di lavoro si fa del candidato, il quale deve dimostrare di essere in possesso delle qualità necessarie per svolgere bene il lavoro richiesto. Per candidarvi sul mercato irlandese dovete individuare le competenze principali richieste per un posto vacante e fornire esempi di come state sviluppando tali competenze.

Il CV deve sempre essere stampato su carta di buona qualità. Stampate il CV in bianco e nero su carta bianca. Utilizzate lo stesso modello, lo stesso stile e gli stessi materiali per la lettera di accompagnamento. Consi­derate sempre il vostro CV come uno stru­mento di marketing, utile per riuscire a farvi notare dal datore di lavoro.
Islanda - lavoro

Il modo più diffuso per cercare un lavoro è inviare un CV e una lettera di accompagna­mento. Il CV non deve mai essere più lungo di due pagine e deve essere pertinente e aggiornato. Nella lettera di presentazione dovete spiegare perché siete interessati a quel particolare posto vacante e perché siete la persona giusta per ricoprire quella posizione.

Se decidete di inviare una candidatura spontanea, cercate di consegnarla diretta­mente alla persona che si occupa della pro­cedura di selezione: in questo modo farete una migliore impressione.

Italia - lavoro

La procedura di candidatura standard in Italia consiste nell'inviare un CV aggiornato accompagnato da una lettera di presen­tazione, tramite posta elettronica o posta ordinaria.

Con le candidature elettroniche è bene indi­care con chiarezza il ruolo per il quale ci si propone e attivare l'opzione di conferma di lettura nelle impostazioni dell'account di posta elettronica.

Nelle candidature scritte, l'impaginazione e il formato della lettera di presentazione sono molto importanti. La lettera di presen­tazione deve essere più strutturata rispetto a una candidatura elettronica.

Assicuratevi con una telefonata che la vostra candidatura sia pervenuta all'a­zienda. Se l'azienda giudica interessante la vostra candidatura, il datore di lavoro potrebbe contattarvi nel giro di qualche giorno. In caso contrario, significa che non siete stati selezionati. Tuttavia i CV vengono spesso archiviati per un lungo periodo e potrebbe accadere che riceviate una telefo­nata per un posto vacante cui vi siete can­didati l'anno prima.

Per quanto riguarda le candidature spon­tanee, devono essere grammaticalmente corrette e ben scritte, e l'aspetto motivazio­nale deve essere molto dettagliato. In che altro modo potete attirare l'attenzione di un datore di lavoro per un posto che non è vacante?
Lettonia - lavoro

Una candidatura in genere è costituita da un CV e da una lettera di presentazione. Questi vengono generalmente inviati via e-mail, a volte per posta. Se vi candidate per un lavoro stagionale o non qualificato, potete farlo per telefono, in quanto i datori di lavoro svolgono solitamente una sele­zione preliminare per questi tipi di impieghi.

Sebbene la maggior parte delle aziende lettoni sia propensa ad adattare le proprie procedure agli standard meno formali (nella maggioranza dei casi) dell'Europa occiden­tale, gran parte di esse continua ad avere una struttura e una cultura aziendale di stampo gerarchico. Ciò vale anche per la procedura di candidatura.

La lettera di presentazione è molto impor­tante e deve essere affidabile e convin­cente. I datori di lavoro sono alla ricerca di candidati che comprendano la loro attività, la missione dell'azienda e il mercato in cui opera. Mentire circa la propria esperienza lavorativa o fornire altre informazioni scor­rette non è accettabile. Il candidato deve sempre trattare il datore di lavoro con rispetto.

Liechtenstein - lavoro

Le domande scritte sono il metodo di can­didatura più diffuso in Liechtenstein. Se vi candidate via e-mail, utilizzate file PDF, se possibile. Inviate tutta la documentazione necessaria per la richiesta di assunzione: lettera di presentazione, curriculum vitae con foto, referenze e lettere di raccomanda­zione, diploma e altri documenti pertinenti per il posto di lavoro cui vi candidate. Non dimenticate di includere il vostro recapito.

Dopo aver presentato la candidatura, rice­verete un invito a un colloquio oppure un rifiuto (scritto). Dopo il colloquio è possibile che dobbiate sottoporvi a un test o a una valutazione. Potreste dover sostenere da uno a tre colloqui prima di firmare un con­tratto di lavoro.

Lituania - lavoro

Generalmente, i datori di lavoro lituani pre­feriscono ricevere un curriculum scritto prima di fissare un colloquio con un can­didato. Il modello Europass per il CV è alquanto diffuso.

Se presentate una candidatura spontanea, scegliete le aziende più grandi e inviate il vostro curriculum insieme a una lettera di presentazione. Il curriculum vitae deve essere scritto a macchina e non deve essere più lungo di due pagine; includente solo i dettagli più rilevanti e riportate per prime le attività più recenti. Potete aggiungere una copia del passaporto o della carta d'iden­tità, del diploma o di altri certificati. Il CV e la lettera di presentazione devono essere scritti in lituano o, nel caso di società inter­nazionali, in inglese.

Lussemburgo - lavoro
La procedura di candidatura più diffusa consiste nell'inviare un CV e una lettera di presentazione in risposta a un annuncio di lavoro. Dalla lettera deve emergere che avete compreso molto bene ciò che l'azienda sta cercando in un nuovo dipendente e che le vostre competenze e qualità rispondono a tali esigenze. Dovete spiegare qual è la vostra motivazione nei confronti del lavoro e la ragione per cui desiderate lavorare per quell'azienda. La lettera deve essere scritta senza errori e nella stessa lingua dell'offerta, salvo ove diversamente specificato.
Malta - lavoro

Le candidature vengono in genere inviate via e-mail o per posta ordinaria, a seconda di quanto indicato nell'annuncio. Dovete sempre allegare il vostro CV personale e una lettera di candidatura. Entrambi devono essere redatti in inglese, salvo ove diversa­mente specificato.

Assicuratevi di accludere gli allegati e che sia possibile aprirli. Specificate chiara­mente per quale lavoro vi candidate. Evitate di usare animazioni o disegni di fantasia, soprattutto se si tratta di un lavoro specia­lizzato e la grafica non è un aspetto rile­vante per il posto in questione.

Quando presentate candidature sponta­nee, specificate a quale ruolo siete inte­ressati. Indicate la vostra disponibilità. Aggiungete eventuali qualifiche meritevoli di attenzione.

"In occasione della Giornata euro­pea per l'occupazione a Bruxelles, la maggior parte dei candidati che hanno visitato i nostri stand erano laure­ati in servizi finanziari, giurisprudenza, marketing e comunicazione e turismo. Questi sono ambiti nei quali a Malta abbiamo carenza di lavoratori e l'e­vento ci ha permesso di mettere questi giovani in contatto con datori di lavoro locali che avevano posti vacanti in tali settori".

Jonathan Brimmer, consulente EURES, Malta

Norvegia - lavoro

Inviate una candidatura in inglese (oppure in una lingua scandinava se ne parlate una) con una lettera di presentazione e un curri­culum vitae (lungo al massimo una pagina, anche se i CV per i candidati tecnici possono essere più lunghi e dettagliati).

Qualora inviate una candidatura spontanea, cercate di venire a conoscenza del nome di un rappresentante delle risorse umane cui inviare la vostra candidatura. Scrivete una lettera di presentazione (lunga al massimo una pagina) e allegate il vostro CV.

Presentate una candidatura per ogni posto vacante o società. Se vi candidate a un lavoro in una grande impresa, telefonate o inviate un'e-mail al selezionatore alcuni giorni dopo aver spedito la vostra candida­tura per chiedere se ha letto il vostro curri­culum e che cosa ne pensa, se ha ricevuto molte domande, quando potete aspettare una risposta ecc.

Siate sintetici e concisi nella descrizione di voi stessi e delle vostre qualifiche. Siate onesti e non esagerate. Il vostro CV deve essere semplice e modesto. Siate onesti sulle vostre conoscenze linguistiche, soprat­tutto in inglese. Sapere l'inglese a un "buon livello" non è uguale ad avere una "cono­scenza scolastica" dell'inglese.
Paesi Bassi - lavoro

Per lavori a bassa retribuzione o non qua­lificati (settore alberghiero e della risto­razione), è prassi diffusa candidarsi telefonicamente o, cosa che accade sempre più spesso, via e-mail. Per le altre posizioni vengono generalmente inviati una lettera di presentazione e un CV via e-mail o per posta ordinaria. Siate onesti circa i vostri dati personali, esperienze professionali e livello d'istruzione.

Gli organismi intermediari, che possono essere utilizzati da una società per occu­pare i suoi posti vacanti, svolgono spesso una selezione preliminare dei candidati per poi presentare i CV selezionati al datore di lavoro.

Se intendete candidarvi spontaneamente presso un'azienda, contattate l'ufficio o la persona che potrà fornirvi informazioni sui posti vacanti. Illustrate i vostri progetti, indi­cate il lavoro che state cercando e spiegate quali sono le vostre competenze ed espe­rienze. Chiedete se potete inviare una let­tera di presentazione e un CV. In caso di risposta affermativa, potete inviare una lettera indirizzata alla persona o all'ufficio competente. Questo approccio può essere molto efficace nei Paesi Bassi per ottenere la convocazione a un colloquio.
Polonia - lavoro

Il metodo di candidatura più diffuso è l'in­vio di un curriculum vitae accompagnato da una lettera di presentazione. Il datore di lavoro chiede generalmente che la candida­tura sia inviata via e-mail o tramite posta ordinaria.

Quando presentate la vostra candidatura elettronicamente, assicuratevi di indicare il posto di lavoro vacante al quale vi state candidando, preferibilmente nell'oggetto dell'e-mail. Il CV deve essere scritto al com­puter ed elencare le esperienze lavorative maturate, le capacità acquisite e l'istruzione ricevuta in ordine cronologico inverso. La lettera di presentazione deve essere lunga al massimo una pagina e il CV non più di due pagine. Il modello di curriculum vitae Europass è un buon esempio.

Se si candida spontaneamente, la per­sona in cerca di un'occupazione deve anche inviare un CV insieme a una lettera di pre­sentazione. Deve inoltre essere pronta a sostenere un colloquio.
Portogallo - lavoro

È pressoché impossibile soddisfare tutti i requisiti enunciati in alcuni annunci di posti vacanti, ma questo non deve scoraggiarvi. Se soddisfate la maggior parte dei requisiti, non esitate a candidarvi: i datori di lavoro portoghesi possono risultare piuttosto fles­sibili al riguardo.

Per la maggior parte delle candidature sono necessari una lettera di presenta­zione e un curriculum vitae (anche se la lettera può essere omessa se non è espres­samente richiesta nell'annuncio). Preparate il vostro CV possibilmente in portoghese. Deve essere chiaro e conciso (non più di due pagine) e adeguato a ciascuna candidatura.

Quando vi candidate via e-mail, inserite la lettera di presentazione direttamente nel corpo della mail. Dovete allegare solo il CV. Scrivete paragrafi brevi ed evitate i simboli informali e le abbreviazioni comunemente utilizzate nelle mail e nei messaggi di testo. Se vi candidate tramite posta, la lettera di presentazione non deve essere più lunga di un foglio A4 e scritta al computer.

Tenete presenti i termini indicati per la can­didatura e rispettateli, in particolare se vi candidate dall'estero. Inoltre cercate di inviare quanto prima la vostra candidatura al fine di partecipare al processo di sele­zione dall'inizio e assicuratevi che la società non abbia già scelto un candidato.

Le candidature spontanee possono rivelarsi molto utili. Molte società portoghesi archi- vieranno i CV ricevuti e li esamineranno per primi in caso di posti vacanti, al fine di risparmiare tempo ed eliminare i costi colle­gati alla pubblicazione di annunci.

Regno Unito - lavoro

Di norma occorre attenersi rigorosamente alle istruzioni. Il datore di lavoro può fornire un numero di telefono o un indirizzo e-mail per darvi la possibilità di ricevere maggiori informazioni sul posto vacante. Non appro­fittate di questo primo contatto come occa­sione per presentarvi, se ciò non è stato richiesto.

È abbastanza comune che i datori di lavoro accettino un numero limitato di candi­dature e non ne prendano in considera­zione altre una volta che tale numero è stato raggiunto; di conseguenza, assicura­tevi di inviare la vostra domanda per tempo e sempre entro i termini fissati per la sua presentazione.

Quando compilate un modulo di domanda, assicuratevi di salvarlo e inviarlo in un for­mato di file compatibile. Inserite il numero di riferimento di posto vacante e rileggete il modulo con cura. Eseguite il controllo orto­grafico sul modulo usando preferibilmente un dizionario di inglese britannico anziché statunitense e prestate estrema attenzione alla grammatica e alla struttura delle frasi.

Se la procedura di candidatura prevede l'in­vio di un CV e di una lettera di presenta­zione, fate in modo che la lettera sia breve (un lato di un foglio A4) e pertinente. Spie­gate il motivo per cui state scrivendo nel primo paragrafo; fornite informazioni sulle vostre capacità ed esperienze attinenti nel secondo paragrafo; date la vostra disponi­bilità per un colloquio nel terzo paragrafo, aggiungendo qualunque altro dettaglio importante sui vostri attuali impegni; con­cludete con una breve frase per dire che rimanete in attesa di una risposta. Cercate di inserire nella vostra candidatura alcune parole chiave tratte dall'annuncio.

Repubblica ceca - lavoro

Rispondete il prima possibile all'offerta di lavoro che vi interessa, tenendo conto dei criteri menzionati nell'avviso di posto vacante. Vorrete senz'altro catturare l'inte­resse del datore di lavoro e il primo contatto con quest'ultimo è molto importante.

Se rispondete mediante posta elettronica, inviate una lettera di accompagnamento non più lunga di una pagina e un CV ben strutturato. Non inviate la candidatura dalla casella di posta del vostro attuale datore di lavoro, non utilizzate indirizzi di posta elet­tronica con un soprannome e non inviate e-mail di massa.

Nell'oggetto del messaggio indicate, per esempio, la posizione vacante e nel corpo del messaggio descrivete chiaramente il contenuto degli allegati. Inviate il curricu­lum vitae come allegato.
Romania - lavoro

Una persona interessata a un posto di lavoro vacante può presentare la pro­pria candidatura direttamente al datore di lavoro inviando una mail o facendo una telefonata.

Il selezionatore deciderà di sottoporvi a un colloquio nella misura in cui il vostro cur­riculum vitae corrisponderà ai requisiti del profilo ricercato. Per i lavori altamente qua­lificati (medici, ingegneri) è importante accludere una lettera di presentazione la cui lunghezza non deve superare le due pagine. Per i lavori che richiedono un basso livello di qualifiche/di istruzione, non è particolar­mente importante accludere una lettera di presentazione.

I datori di lavoro possono organizzare più di un colloquio, nel qual caso il primo col­loquio viene generalmente svolto per tele­fono. Nei colloqui telefonici, il selezionatore verifica se le informazioni contenute nel CV sono vere e chiede maggiori dettagli sulle conoscenze, capacità ed esperienze profes­sionali del candidato. Un colloquio telefo­nico dura all'incirca 10-15 minuti.
Slovacchia - lavoro
Seguite le istruzioni indicate nell'annuncio di posto vacante. Non inviate la stessa candidatura a più datori di lavoro. Rivolgetevi a ogni datore di lavoro individualmente. Il contenuto di una domanda inviata via e-mail deve essere uguale a quello di una domanda scritta a mano. È prassi comune inviare una lettera di presentazione, spiegando perché si desidera lavorare per quella determinata società, e allegare un CV e una copia del proprio diploma.
Slovenia - lavoro

La maggior parte delle domande di lavoro è costituita da una lettera di presentazione e da un CV. La lettera deve indurre il datore di lavoro a invitarvi a un colloquio; non deve fornire troppe informazioni sull'esperienza e sulle qualifiche, che saranno invece trattate per esteso nel CV.

Il vostro CV deve essere lungo due o, ancora meglio, una pagina A4. I precedenti periodi lavorativi devono essere elencati in ordine cronologico inverso. Ciò vale anche per la sezione relativa alla vostra istruzione e formazione.

La candidatura viene solitamente scritta in sloveno, ma per i lavoratori provenienti da altri paesi può essere redatta in un'al­tra lingua, in particolare inglese, tedesco o italiano, specialmente per le posizioni tran­sfrontaliere o in caso di candidatura per un posto in una società internazionale.

Qualora vi candidiate spontaneamente, prendete in considerazione i suggerimenti iniziali seguenti:

"Sono vostro cliente da molto tempo e penso di conoscere molto bene il vostro campo di attività. Ecco perché mi pia­cerebbe entrare a far parte della vostra società".

"Forse nel prossimo futuro avrete biso­gno di un collega con la mia espe­rienza e le mie capacità. Permettetemi di presentarmi".

Proseguite elencando la vostra formazione professionale, esperienza lavorativa, capa­cità, risultati raggiunti e conoscenza delle lingue straniere. Spiegate perché pensate che potreste essere utili.

Spagna - lavoro

Il metodo più diffuso per cercare lavoro è inviare un curriculum vitae e una lettera di presentazione. La lettera non deve superare la lunghezza di una pagina e deve essere formata da non più di quattro brevi para­grafi. Dovrebbe essere scritta in maniera semplice, chiara, cordiale e formale. Assicu­ratevi che sia firmata e che riporti il numero di telefono e l'indirizzo completo. Usate lo stesso carattere, gli stessi margini e lo stesso tipo di carta usati per il CV.

Non inviate tramite posta elettronica file pesanti o non verificati. La cosa migliore è limitarsi a inviare un CV e una lettera di pre­sentazione, precisando al destinatario che, a richiesta, potrete trasmettere maggiori informazioni. Se la candidatura è scritta a mano, accertatevi che sia leggibile ed evi­tate di usare una calligrafia minuscola o un inchiostro colorato.
Svezia - lavoro

Di solito, prima di candidarsi, i candidati si rivolgono alla persona responsabile per ottenere maggiori informazioni sul lavoro. È inoltre prassi comune contattare il rappre­sentante sindacale per avere informazioni sulla retribuzione.

Seguite sempre le istruzioni riportate nell'annuncio di lavoro. I moduli di candida­tura elettronica sono molto diffusi. Qualora inviaste una lettera di presentazione e un CV via e-mail, non allegate altri documenti a meno che ciò non sia richiesto nell'an­nuncio. Si possono trovare computer presso tutti i servizi pubblici dell'occupazione e tutte le biblioteche.

Per tutte le domande scritte, assicura­tevi di associare le informazioni al lavoro cui vi state candidando. La domanda deve essere breve, ben strutturata e informativa. Scrivete candidature dinamiche che ben si adattino ai requisiti indicati nell'inserzione. Fate in modo che siano concise e pertinenti: una lettera di presentazione di una pagina e un CV lungo una o due pagine.

Si consiglia ai candidati di chiamare il datore di lavoro per verificare se ha rice­vuto la domanda.

Svizzera - lavoro
I moduli di domanda scritta sono ampia­mente utilizzati per assumere nuovi membri del personale nel caso di profili specializ­zati e funzioni dirigenziali. Per profili meno qualificati, i contatti iniziali avvengono in genere telefonicamente o via Internet. Non inviate documenti che diano l'impressione di essere stati preparati per un uso gene­rico. Non menzionate mai alcuna referenza o lettera di raccomandazione nella vostra lettera di presentazione o nel vostro curri­culum vitae.

Ungheria - lavoro

Inviare un CV con una lettera di presen­tazione è la modalità più tipica per candi­darsi, ma nel caso di posizioni per i colletti blu è spesso sufficiente, come primo passo, contattare il datore di lavoro. Le aziende di più grandi dimensioni possono richiedere ai candidati di compilare un modulo di candi­datura (a volte online).

I candidati devono prepararsi raccogliendo informazioni sulle attività, sul profilo dell'a­zienda e sulla sua posizione al fine di deci­dere se sono realmente interessati e sapere in cosa consiste esattamente la posizione offerta.

Per le domande elettroniche, occorre usare il modulo di candidatura online (se pre­sente) oppure inviare (solo) i documenti richiesti nell'annuncio.

RSS per questa lista

© Unione europea, 2014

Study in Switzerland
MBA_Master_220.jpg

Study in Poland
Privacy Policy