Discutere il trattamento economico (retribuzione e altri emolumenti)

Paese
trovato tutto: 32
Lavorare in EuropaDiscutere il trattamento economico (retribuzione e altri emolumenti)
Austria - lavoro
In genere è possibile negoziare sia la retribuzione sia le condizioni lavorative, fuorché nel settore pubblico, in cui esistono scaglioni retributivi fissi. Le trattative avvengono con il capo del dipartimento che vi ha offerto il lavoro. Generalmente le retribuzioni sono espresse su base mensile, compreso il pagamento delle ferie e i bonus natalizi. Altre prestazioni integrative devono essere negoziate individualmente. Per alcuni impieghi il datore di lavoro vi offrirà una retribuzione minima fissa e aggiungerà una retribuzione variabile che dipende dal vostro rendimento o dai risultati sul lavoro. Nei lavori in cui è frequente ricevere una mancia dai clienti (per esempio in pensioni, alberghi ecc.), capita spesso che vi venga offerta una retribuzione minima di importo ridotto. La mancia è considerata un modo per aumentare le vostre entrate, proporzionalmente ai vostri sforzi. È spesso possibile negoziare il vostro orario di lavoro, la flessibilità dell'orario e dei luoghi di lavoro, adattando gli orari lavorativi alla disponibilità dell'asilo (kindergarten) ecc.
Belgio - lavoro
La contrattazione del trattamento economico si svolge solitamente nella fase finale della procedura di assunzione, quando il candidato ha la possibilità di fare delle domande. Lo stipendio è generalmente espresso in termini di retribuzione lorda, mensile o oraria, a seconda del tipo di contratto. Non esitate a chiedere chiari-menti sul contenuto esatto del pacchetto retributivo. È anche possibile contrattare in merito alle mensilità aggiuntive (13a o 14a mensilità) inserite tra le voci dello stipendio annuale. Le mensilità aggiuntive non sono incluse nella retribuzione menzionata nell'avviso di posto vacante. Le contrattazioni sono possibili soltanto nel settore privato.

Le principali prestazioni integrative sono: buoni pasto, assicurazione ospedaliera, auto aziendale, telefono cellulare, computer e rimborso delle spese di trasporto per i pendolari. Le contrattazioni si svolgono tra il candidato e un rappresentante delle risorse umane.
Bulgaria - lavoro

Nel corso del colloquio i candidati non accennano al trattamento economico. È consuetudine aspettare che sia il datore di lavoro a fare un'offerta prima di discutere in merito alla retribuzione e agli altri con­tributi. A seconda del contratto, la retribu­zione si calcola su base oraria o mensile. Il livello della retribuzione dipende dall'orario di lavoro o dai dati relativi alla produzione realizzata. La retribuzione a cottimo (ossia "in base alla produzione") viene negoziata tra il dipendente e il datore di lavoro e non può essere inferiore all'importo stabilito nel contratto collettivo di lavoro. Per alcune categorie professionali esistono soglie retri­butive. In tutti gli altri casi la retribuzione non può essere inferiore al salario annuo minimo stabilito dal governo.

In genere lo stipendio è versato ogni mese, anche se in alcuni casi è possibile il paga­mento settimanale. È normale ricevere un anticipo (parte della retribuzione mensile), circa a metà del periodo mensile. Alcune grosse società private versano premi di produttività.

Solitamente non vengono discussi altri con­tributi. I contributi previdenziali e assisten­ziali e le imposte sono determinati dalla legge e dedotti dal salario o dallo stipen­dio dal datore di lavoro. Il datore di lavoro è libero di offrire ulteriori incentivi o più giorni di vacanza.
Cipro - lavoro

A Cipro, le condizioni di lavoro e di occu­pazione sono generalmente determinate nell'ambito di contratti collettivi. I can­didati sono invitati a informarsi sui ter­mini di tali contratti. Tuttavia i contratti collettivi non sono giuridicamente vinco­lanti e in molti casi i salari e altri contributi vengono negoziati tra il datore di lavoro e il dipendente.

I datori di lavoro sono tenuti a informare per iscritto il proprio dipendente in merito alle condizioni di lavoro e di occupazione offerte entro un mese dall'inizio dell'impiego. Tale documento deve includere la retribuzione, l'orario di lavoro, le ferie annuali ecc.

Croazia - lavoro
È frequente che siano i datori di lavoro a fissare la retribuzione e i benefici accessori e lo spazio per la contrattazione è limitato. In ogni caso, il trattamento economico è negoziabile soltanto nel settore privato, mentre nel settore pubblico è stabilito per legge. Gli stipendi sono espressi come retribuzione mensile e dovrebbero comprendere i diritti alle ferie. Premi e altri benefici sono discussi separatamente.
Danimarca - lavoro

Esistono contratti d'impiego standard, ma la società potrebbe volere utilizzare i propri. Consultate il contratto standard per assicu­rarvi che non ci siano omissioni nel vostro contratto personale. Il contratto standard può essere acquistato in qualsiasi libreria.

È prassi comune negoziare la retribu­zione o le ore lavorative, cosi come le pre­stazioni accessorie, in base al livello del lavoro offerto. La retribuzione può essere oraria, settimanale o mensile. In rari casi è annuale. Le ferie vengono retribuite in conformità alla legislazione. Se esiste un sistema di premi, deve essere menzionato a parte.

È possibile contrattare benefici accessori, a seconda del livello professionale. I più comuni sono il telefono cellulare aziendale, i quotidiani, l'automobile aziendale, Inter­net ecc.
Estonia - lavoro
Le contrattazioni relative al contratto possono riguardare la data d'inizio del lavoro, la retribuzione e i premi. La possibilità di discutere la retribuzione dipende dalla posizione e dall'azienda. In genere la retribuzione è espressa in importi mensili. Le ferie sono incluse nella retribuzione e sono disciplinate dalla legge estone. I premi annuali non possono essere contrattati separatamente.

In rari casi possono essere offerti i seguenti benefici accessori: auto aziendale, rimborso delle spese di viaggio, abbonamento alla palestra o alla piscina. Nel settore privato questi benefici accessori possono essere contrattati. Le prestazioni straordinarie vengono discusse con il diretto superiore.
Finlandia - lavoro

In Finlandia i contratti si basano su con­tratti collettivi di lavoro. Quasi ogni settore ha il proprio contratto di lavoro. Cionono­stante, talvolta è possibile negoziare la retribuzione, nel qual caso tale possibi­lità è indicata nell'annuncio di lavoro e ai candidati viene solitamente chiesto di indi­care le proprie aspettative nella domanda di assunzione.

La retribuzione è solitamente espressa in tariffe orarie o mensili. Il pagamento delle ferie si basa sul disposto di legge. In alcuni settori o imprese (soprattutto nelle posi­zioni dirigenziali) è possibile negoziare i bonus annuali, che saranno probabilmente legati ai risultati ottenuti.

Le prestazioni supplementari sono molto diffuse in Finlandia e comprendono buoni pasto, buoni sconto per attività sportive e culturali e l'assistenza sanitaria profes­sionale. Alcune società potrebbero fornirvi un'auto in leasing. Alcuni vantaggi sono negoziabili. Consultate il vostro nuovo supe­riore, il quale saprà indicarvi la persona giu­sta con cui negoziare queste prestazioni supplementari.

Francia - lavoro
Di norma, l'avviso di posto vacante riporta le informazioni relative al trattamento economico. È specificata la retribuzione mensile o la retribuzione annua, al lordo delle deduzioni. Tuttavia al termine del processo di assunzione può esserci ancora spazio per discutere il trattamento economico. L'avviso di posto vacante può anche specificare che la retribuzione è trattabile. In tal caso, dovrete dimostrare che le vostre competenze valgono più della retribuzione di base proposta. Il contratto di lavoro deve essere sottoscritto prima di entrare in servizio o al più tardi il giorno dell'entrata in servizio.
Germania - lavoro

Le trattative contrattuali dipendono dalla società e dal settore in cui questa opera. Tranne che nei lavori a retribuzione fissa, la retribuzione può essere considerata negoziabile. Quando iniziate a contrat­tare, ricordate che in Germania la retribu­zione è espressa in tariffe orarie o mensili. Gli aspetti retributivi vengono negoziati dal dirigente responsabile (zustandige Fuhrungskraft).

Oltre alla vostra retribuzione, potete nego­ziare alcune prestazioni aggiuntive, come il pagamento delle ferie non godute e i premi annuali, a patto che non siano già incluse nel contratto proposto dalla società.

Grecia - lavoro
I contratti standard specificano la durata del contratto, la retribuzione generale e il pagamento delle ferie. È consigliabile lasciare che sia il datore di lavoro a pronunciarsi per primo al riguardo. In seguito è possibile negoziare il trattamento economico ed eventuali premi annuali separatamente. Se sono previste prestazioni aggiuntive, queste potrebbero comprendere una retribuzione straordinaria a fine anno, la copertura medica, l'auto aziendale e le provvigioni. Questi aspetti devono essere discussi con il responsabile delle risorse umane o il responsabile di dipartimento.
Irlanda - lavoro

Solitamente la retribuzione viene specifi­cata prima che abbia luogo la procedura di selezione. Per questo motivo, non vi è molto margine di contrattazione per le condizioni economiche o di altro genere.

La retribuzione può essere espressa in tariffe orarie, settimanali, mensili o annuali. Di solito, per le posizioni professionali e d'ufficio il compenso è espresso come retri­buzione annuale, mentre per i lavori nei settori delle costruzioni, del commercio al dettaglio e nel settore alberghiero e della ristorazione è espresso in tariffe orarie.

Le ferie, le prestazioni straordinarie e altri emolumenti accessori sono inclusi nella retribuzione indicata. In generale è il responsabile del personale a negoziare la retribuzione e qualunque prestazione accessoria.

Islanda - lavoro

Il trattamento economico e la durata del contratto possono essere negoziate nel corso del colloquio o dopo che è stata avanzata una proposta di lavoro. La legge islandese sul lavoro stabilisce che dovete firmare un contratto di lavoro entro due mesi dall'inizio dell'attività. Nel contratto deve essere specificato l'importo della retri­buzione. È sempre possibile contrattare la retribuzione. Avete diritto a un colloquio all'anno con il vostro datore di lavoro per discutere del trattamento economico.

L'aspetto più negoziabile è lo stipendio men­sile. Se avete un lavoro che richiede spesso degli straordinari, sarebbe una buona idea negoziare una tariffa oraria. Il pagamento delle ferie e i benefici accessori sono fissi e perciò non possono essere negoziati.

Italia - lavoro

In Italia le condizioni economiche e con­trattuali non sono negoziabili. Se otterrete il lavoro, firmerete un contratto in cui tro­verete tutte le informazioni e la descrizione del trattamento economico e delle condi­zioni di lavoro. La negoziazione della retri­buzione, delle ferie, dei premi accessori ecc. dipende dal datore di lavoro e dai contratti collettivi (CCNL).

Alcuni esempi delle più comuni prestazioni integrative del regime legale in Italia sono i buoni pasto, il telefono cellulare o l'auto aziendale. Le trattative per la retribuzione e le prestazioni integrative del regime legale si svolgono con il personale delle risorse umane.

Lettonia - lavoro

Prima di firmare il contratto, dipendente e datore di lavoro devono discutere le con­dizioni lavorative: la retribuzione, la fre­quenza di pagamento della retribuzione, l'orario di lavoro e gli straordinari, il periodo di prova, le prestazioni straordinarie e altre condizioni. In genere in Lettonia la retri­buzione viene liquidata una o due volte al mese.

Tenete presente che i diritti dei dipendenti e dei datori di lavoro sono tutelati soltanto da contratti di lavoro scritti. Se si raggiunge un accordo verbale, il rapporto di lavoro sarà disciplinato soltanto dal diritto civile e il dipendente potrebbe perdere il diritto alla previdenza sociale.

Tra le prestazioni integrative del regime legale possono rientrare l'assicurazione sanitaria, le spese di viaggio o di mante­nimento, l'iscrizione in palestra ecc. Tutti i benefici accessori dipendono dalla bene­volenza e dalle disponibilità del datore di lavoro.
Liechtenstein - lavoro
Potete contrattare i benefici. La persona con cui contrattare questi aspetti solitamente è il responsabile del personale. A tal fine potrebbe essere utile contattare anzitutto un sindacato, che può darvi informazioni sulla fascia retributiva dell'occupazione in questione. In genere le retribuzioni sono espresse su base mensile o annuale. È incluso il pagamento delle ferie, ma non i premi, perlomeno non nello stipendio fisso. Le più comuni prestazioni integrative del regime legale sono: buoni pasto, auto aziendale, telefono cellulare, buoni sport, mensa aziendale, computer portatile ecc.
Lituania - lavoro
Solitamente i datori di lavoro vogliono conoscere le vostre preferenze in termini di retribuzione, che è generalmente espressa come importo mensile. Le retribuzioni vengono negoziate con il datore di lavoro o con il responsabile del personale. Il pagamento delle ferie è incluso nel contratto ed è rigorosamente definito dal diritto del lavoro.
Lussemburgo - lavoro

In alcune aziende è possibile contrattare il trattamento economico, ma non in quelle in cui i datori di lavoro hanno aderito a un contratto collettivo di lavoro per la retribu­zione oppure quest'ultima è determinata da una tabella retributiva.

Per gli impiegati di concetto o le posizioni amministrative e dirigenziali, la retribuzione è espressa in tariffe mensili. I salari dei col­letti blu sono invece espressi in tariffe ora­rie. Il pagamento delle ferie non è standard e i premi annuali dipendono dall'azienda o dal settore. In alcuni casi sono inclusi nei contratti collettivi.

Scegliete un livello di retribuzione che premi veramente le vostre capacità. È importante che sappiate convincere il datore di lavoro a riconoscervi la giusta retribuzione per tali capacità. Dovrete quindi dimostrare il valore aggiunto che sarete in grado di for­nire al datore di lavoro una volta assunti. Non sempre è necessario indicare delle cifre quando vi viene chiesto di esprimervi in merito al trattamento economico desi­derato. Informatevi in anticipo sulla retri­buzione solitamente concessa nel settore o presso l'azienda stessa. La retribuzione può consistere in una combinazione di paga­mento in contanti e prestazioni integrative del regime legale.

Informarvi presso persone che occupano la stessa posizione in altre aziende oppure consultando le riviste specializzate in risorse umane può essere un modo utile per definire i vostri standard di contrattazione.
Malta - lavoro

Potete contrattare il trattamento econo­mico, soprattutto se avete molta espe­rienza professionale nel settore in cui vi state candidando. La retribuzione viene solitamente espressa come tariffa setti­manale o mensile. Il pagamento delle ferie e i premi annuali sono inclusi nella retribu­zione offerta.

Il membro del personale con cui è possi­bile contrattare il trattamento economico e le prestazioni integrative del regime legale è il responsabile delle risorse umane, se si tratta di una grande società, oppure il datore di lavoro stesso, nel caso di un'a­zienda più piccola.

Se venite assunti, l'azienda è tenuta per legge a informare le autorità locali in merito alla vostra assunzione, compilando un modulo di assunzione e presentandolo all'Employment and Training Corporation il primo giorno di lavoro. Tale modulo deve recare la vostra firma. Assicuratevi che il datore di lavoro invii il modulo al servizio pubblico dell'occu­pazione il primo giorno di lavoro.

Norvegia - lavoro

La retribuzione è generalmente espressa su base mensile, ma nel caso di lavoro sta­gionale può essere espressa in tariffe ora­rie. Non capita frequentemente di dover negoziare perché esistono contratti stan­dard. Tuttavia potrebbe essere saggio veri­ficare in anticipo il livello retributivo insieme al responsabile sindacale in questo campo, in modo da farvi un'idea della fascia retri­butiva in cui potreste ricadere. In genere la retribuzione viene negoziata dopo che vi viene offerto il lavoro.

Il pagamento delle ferie è disciplinato dalla legge ed è incluso nella retribuzione. I sin­dacati negoziano la retribuzione e le pre­stazioni integrative aggiuntive a livello nazionale. I rappresentanti sindacali sono responsabili delle trattative locali sul posto di lavoro, ma soltanto per i loro membri.

Paesi Bassi - lavoro

Se l'azienda vi offre il lavoro, potete con­trattare il trattamento economico e il periodo di pratica professionale. Se venite assunti tramite un organismo intermedia­rio, sarà probabilmente quest'ultimo a con­trattare il trattamento economico e le altre condizioni e prestazioni. Nei Paesi Bassi è possibile contrattare sia la retribuzione sia le prestazioni integrative del regime legale. Riflettete bene sulla vostra richiesta econo­mica e assicuratevi che sia in linea con la vostra attività.

Tipi di lavoro diversi hanno tabelle retribu­tive differenti. Queste tabelle sono divise in cosiddette periodicità. La vostra espe­rienza viene usata per calcolare la tabella e la periodicità della retribuzione. Tutti que­sti aspetti possono essere negoziati. Ricor­date che il volontariato è contato come esperienza lavorativa. Per molte professioni e per le grandi società, le condizioni lavo­rative sono stabilite in contratti collettivi di lavoro. Esiste una retribuzione minima per i giovani sotto i 23 anni e per gli anziani. È vietato guadagnare un importo inferiore a questa soglia. La retribuzione è espressa su base mensile.

Il diritto alle ferie e la formula per calco­lare il pagamento delle ferie sono fissati per legge. L'importo del diritto alle ferie può aumentare in base ai contratti di lavoro o all'età del candidato. Possono essere nego­ziati premi accessori al momento dell'en­trata in servizio o durante il colloquio di lavoro annuale. Alcuni contratti collettivi di lavoro includono impegni relativamente alla partecipazione agli utili o ai dividendi.

Oltre alla retribuzione e al pagamento delle ferie, potete negoziare anche altre con­dizioni come l'auto aziendale, le spese di viaggio, l'assicurazione pensionistica, i costi di formazione ecc. In molti casi, tali condi­zioni sono stabilite nei contratti collettivi di lavoro.
Polonia - lavoro

I termini di retribuzione sono stabiliti in:

accordi aziendali o contratti collettivi di lavoro (stipulati dai datori di lavoro con le organizzazioni sindacali attive nelle società);

normative salariali (nel caso di datori di lavoro con almeno 20 dipendenti che non sono soggetti a un accordo aziendale o a un contratto collettivo di lavoro); e/o

contratti d'impiego.

I dipendenti vengono solitamente retri­buiti per unità di tempo lavorato (un'ora, un giorno o un mese) o, in alcuni casi, per unità di lavoro ultimato (lavoro a cottimo). Il dipendente viene pagato almeno una volta al mese, in una data fissa prestabilita.

I candidati devono negoziare la loro retri­buzione con il datore di lavoro prima di firmare il contratto. I bonus dipendono dai risultati raggiunti. Durante le ferie, un dipendente riceve la retribuzione normale stabilita nel contratto d'impiego. Le pre­stazioni integrative possono comprendere buoni pasto, piano pensione, assicurazione sanitaria, un bonus natalizio, un premio per risultati e prestazioni speciali nonché un incentivo allo sviluppo personale, special­mente nel settore privato.

Nel settore pubblico il margine di contratta­zione è limitato.
Portogallo - lavoro

Solitamente la retribuzione è espressa su base mensile. Tenete presente che, se siete regolarmente assunti in Portogallo, per­cepirete 14 mensilità (vale a dire inclusi il pagamento delle ferie e i bonus natalizi, che vengono in genere pagati rispettivamente nei mesi di maggio/giugno e novembre/ dicembre), anche se, in seguito alle misure eccezionali adottate dal governo, attual­mente questa prassi sta assumendo altre forme. Se venite assunti da una multinazio­nale, la retribuzione può essere negoziata come pacchetto annuale, che includerà le sovvenzioni e altre prestazioni accessorie.

Non è prassi comune assegnare premi di produttività annuali, anche se alla fine dell'anno potreste ricevere il pagamento di un bonus a seconda degli utili realizzati. I premi annuali sono stabilmente integrati nelle politiche retributive aziendali soltanto nelle società di medie e grandi dimensioni, soprattutto multinazionali.

Altre prestazioni potrebbero essere: una migliore copertura assicurativa sanitaria o servizi medici nel caso di grandi società nonché un cellulare o un'auto aziendale, prevalentemente nel caso di personale di alto livello (dirigenti e amministratori), seb­bene questa sia una prassi in declino.

Regno Unito - lavoro

È improbabile che vi sia offerta qualunque possibilità di negoziare le condizioni fissate dal datore di lavoro, salvo ove specificato nell'avviso di posto vacante. L'atteggia­mento migliore consiste nel fidarvi dell'of­ferta del datore di lavoro e nel candidarvi soltanto per lavori che offrono una retribu­zione e condizioni lavorative soddisfacenti.

Le trattative contrattuali riguardano soprat­tutto i lavori altamente qualificati e con una retribuzione elevata. Il candidato dovrà giu­stificare le sue richieste retributive dimo­strando che esse sono in linea con le tariffe di mercato e con le sue capacità ed espe­rienze. Potete chiedere un aumento dopo aver lavorato per una società per un certo periodo, se la vostra retribuzione non vi sembra in linea con quella dei dipendenti che svolgono un lavoro analogo. La vostra retribuzione sarà rivista generalmente a cadenza annuale. Il pagamento delle ferie è incluso e la retribuzione è solitamente espressa come paga lorda annua. Per lavori come il carpentiere e il muratore, i salari sono spesso espressi in tariffe orarie.

Le prestazioni integrative più comuni sono: regimi di lavoro flessibili, assicu­razione malattia o assistenza sanitaria privata, viaggi sovvenzionati, London Weighting (paga extra se si lavora nella capi­tale rispetto alla media nazionale), utilizzo di un'auto aziendale, pasti sovvenzionati presso una mensa aziendale, iscrizione sov­venzionata a una palestra o a un centro sportivo, bonus.
Repubblica ceca - lavoro

Se siete intenzionati a discutere di retribu­zione, è necessario che siate informati su salari e stipendi, perché la retribuzione può essere diversa da ruolo a ruolo e da luogo a luogo. È più facile contrattare la retribuzione con un datore di lavoro privato e di piccole dimensioni. Nelle grandi società, nell'ammi­nistrazione statale o pubblica o nelle istitu­zioni vincolate da limiti di bilancio, la tabella retributiva è generalmente fissa. La retribu­zione è espressa in tariffe orarie o mensili, raramente in cifre annuali, se non nel caso delle posizioni degli alti dirigenti.

Le regole per le ferie retribuite sono fissate nel codice del lavoro, ma possono essere modificate da un accordo tra il datore di lavoro e i sindacati. In alcuni casi si possono negoziare i premi annuali e le condizioni di lavoro, soprattutto nel caso dei contratti dei dirigenti.

Possono essere offerti altri contributi sotto forma di premi (per esempio, la possibilità per i dipendenti di acquistare prodotti della società scontati, buoni pasto, buoni per tea­tri e piscine, buoni sconto e indennità per ferie non godute). Esistono margini di con­trattazione tra il datore il lavoro e il sinda­cato aziendale.

Romania - lavoro
Potete negoziare la retribuzione e le prestazioni integrative e di altra natura. La retribuzione è espressa in tariffe mensili. Il pagamento delle ferie e i bonus annuali vengono negoziati separatamente. Nel caso in cui siano offerte, le prestazioni integrative più diffuse sono i buoni pasto e il pagamento delle ferie. In genere, è responsabile della negoziazione il dipartimento Risorse umane, che conosce la retribuzione massima che la società può offrire per quella particolare posizione. La decisione definitiva spetta però alla direzione della società.
Slovacchia - lavoro
È raro che la persona in cerca di lavoro abbia un discreto margine d'azione nel negoziare il contratto e nella maggior parte dei casi può soltanto accettare o rifiutare. Le prestazioni integrative più comuni sono per esempio l'alloggio, l'auto aziendale e il telefono cellulare.
Slovenia - lavoro

Esiste una regola non scritta per cui, durante il colloquio, è il datore di lavoro che deve sollevare per primo la questione retributiva, non il candidato. A questo punto potete dire la vostra sulla retribuzione (minima e mas­sima) che ritenete adatta a voi.

La retribuzione è composta dal salario o sti­pendio di base, parte del salario o stipen­dio per le prestazioni sul lavoro e gli extra. È espressa come tariffa mensile. Il paga­mento delle ferie e i bonus annuali sono inclusi nella retribuzione indicata.

I datori di lavoro sono tenuti a iscrivere i loro lavoratori a un piano di assicurazione previdenziale, di disabilità, sanitaria e di disoccupazione entro 8 giorni dalla data d'inizio del lavoro. Hanno inoltre l'obbligo di consegnare una fotocopia dell'iscrizione al dipendente entro 15 giorni dall'inizio del lavoro.

Spagna - lavoro

Gli stipendi in genere sono espressi in ter­mini di stipendio mensile o retribuzione annuale. Se l'avviso di posto vacante non fornisce informazioni sul trattamento eco­nomico, contattate un sindacato (non importa se siete iscritti o meno) e chiedete informazioni sullo stipendio previsto per legge per quel ruolo specifico. In Spagna esiste un salario minimo nazionale e i con­tratti collettivi sono molto diversi da regione a regione.

Se il datore di lavoro vi chiede quanto volete guadagnare, cercate di indicare un paio di importi oppure lasciate aperta la possibilità di contrattazione: per esempio, per iniziare un TOT di EUR e un aumento concordato una volta che avrete dimostrato la vostra competenza.

Svezia - lavoro

Quanto più il lavoro è qualificato, tanto maggiore è il campo d'azione per nego­ziare il trattamento economico. In Svezia la maggior parte delle condizioni d'impiego è disciplinata da contratti collettivi; di con­seguenza, il margine di negoziazione indi­viduale è ridotto, almeno per i lavori meno qualificati.

La retribuzione su base mensile è la più dif­fusa. Per le posizioni dirigenziali può esservi la possibilità di negoziare le prestazioni integrative; queste saranno discusse con il dipartimento Risorse umane.

Per i lavori nel settore pubblico o con i bam­bini è richiesta una prova di buona condotta. In tal caso, ciò sarà specificato nell'inser­zione oppure ne sarete informati dal datore di lavoro.

Svizzera - lavoro

Per negoziare un buon contratto e condi­zioni lavorative soddisfacenti, dovete avere dimestichezza con la prassi abituale nel settore e non essere troppo puntigliosi. Nei settori in cui la retribuzione viene concor­data tramite canali ufficiali, come nel set­tore pubblico e semi-pubblico, non si hanno grandi possibilità di negoziare.

Per i lavori con salari minimi o bassi, può essere possibile concordare un incremento di circa il 5-10 % su proposta della società. Per gli incarichi dirigenziali, è spesso il candidato a fare la prima proposta sulla retribuzione. Affinché la proposta sia accet­tabile, è importante conoscere gli usi del settore e della società. Ricordate anche che in Svizzera vi sono differenze conside­revoli nella retribuzione a livello regionale. In molte imprese le donne vengono pagate almeno il 15 % in meno degli uomini.

La tredicesima mensilità è considerata parte integrante della retribuzione. Alcune società offrono persino una quattordice­sima. I bonus vengono concessi soltanto se raggiungete i vostri obiettivi.

In Svizzera la retribuzione è piuttosto alta, ma non comprende l'erogazione di molte prestazioni integrative, che sono previ­ste solo per gli incarichi degli alti dirigenti. Le prestazioni integrative più comuni che potete negoziare sono: la possibilità di fare rientrare nell'orario di lavoro una parte del tempo che vi serve per recarvi al lavoro, l'assicurazione medica, contributi aggiuntivi del datore di lavoro a un fondo pensione e un'auto aziendale. Queste prestazioni sono negoziabili, tranne qualora siano già state negoziate nell'ambito di accordi generali tra le associazioni dei datori di lavoro e i sindacati.

Ungheria - lavoro
Le trattative contrattuali si svolgono solitamente alla fine della procedura di selezione. Potete negoziare la retribuzione, ma dovete sempre fornire una giustificazione. Dovreste anche tenere presente che in alcuni campi (per esempio, il pubblico impiego) le retribuzioni sono stabilite per legge. Gli stipendi sono espressi in tariffe mensili e il contratto deve specificare anche il diritto alle ferie (il minimo è fissato per legge). I premi vengono negoziati separatamente, ma sono inclusi nel contratto se rappresentano una percentuale considerevole dei ricavi. La retribuzione e le prestazioni integrative del regime legale vengono discusse con il direttore.
RSS per questa lista

© Unione europea, 2014

Study in Poland
WSPA_220_online.png
Privacy Policy