Lavorare in Europa

Paese

Croazia - lavoro

Paese: Croazia
Lingue ufficiali: croato
Forma di governo: repubblica parlamentare
Popolazione: 4,3 milioni
Capitale: Zagabria
Moneta: kuna (HRK)
Membro dell’UE o del SEE: UE
Prefisso telefonico: +385
Codice Internet: .hr

Perché questo paese?

Troppo spesso le persone che si recano in Croazia trascurano di visitare Zagabria, una capitale con un'elegante architettura austroungarica, un panorama artistico vivace, eccellenti opportunità per gli amanti dello shopping e innumerevoli pub. Tuttavia i milioni di turisti che ogni anno si riversano in Croazia non possono essere biasimati per aver preferito cedere al fascino della costa dalmata e delle sue 1 000 isole.

Il tasso di disoccupazione è alto, soprattutto tra i giovani, ma esistono incentivi per gli investitori e il mercato del lavoro ha buone potenzialità di sviluppo. La domanda riguarda soprattutto il settore turistico e ricettivo, soprattutto nei mesi estivi. Si osserva anche una domanda stagionale per lavoratori non qualificati nel settore agricolo; inoltre non mancano opportunità di lavoro per medici e altri operatori sanitari, soprattutto nelle zone rurali e sulle isole. Infine non sono da trascurare le opportunità per rappresentanti del settore turistico e insegnanti di lingue straniere madrelingua.


Cercare lavoro

Per cercare lavoro si consiglia di fare affidamento su conoscenze personali, siti web specializzati nella ricerca di lavoro e avvisi sui quotidiani, oppure di inviare una candidatura spontanea a un datore di lavoro. In Croazia esistono agenzie di collocamento private che offrono impieghi temporanei, mentre i posti vacanti nel settore pubblico devono essere annunciati nella gazzetta ufficiale e attraverso il servizio per l'occupazione croato.

Suggerimenti per i candidati

La lettera di accompagnamento non deve essere più lunga di una pagina e deve fornire spiegazioni accurate sui motivi che rendono la vostra candidatura ideale rispetto alla posizione da ricoprire. Il testo della lettera deve essere grammaticalmente corretto e deve rispecchiare i canoni della comunicazione aziendale. Deve inoltre essere comprensibile e fluido alla lettura.

È normale accludere una fotografia al CV?

Si, accludere una fotografia è raccomandabile.

Le candidature scritte a mano sono più apprezzate?

No, è preferibile inviare una candidatura dattiloscritta.

Il modello Europass per il CV è diffuso e accettato?

Si, il modello Europass per il CV è accettato.

Contattare il datore di lavoro via telefono

Se nell'avviso di posto vacante è specificato il numero di telefono, si può contattare il datore di lavoro. Tuttavia molti datori di lavoro precisano che non è possibile ottenere informazioni telefonicamente.

È necessario inviare i diplomi insieme alla candidatura?

Sì, se specificato nell'avviso di posto vacante.

Occorre presentare referenze, lettere di raccomandazione o una prova di buona condotta?

In Croazia non si usano referenze o lettere di raccomandazione, salvo indicazioni contrarie. Alcune aziende e istituzioni hanno bisogno del certificato penale.

Tempo intercorso solitamente tra la pubblicazione dell'avviso di posto vacante e l'inizio dell'attività lavorativa

Da qualche giorno a qualche mese, a seconda della posizione. Le procedure di selezione per profili altamente qualificati, oltre che per un posto di lavoro nelle istituzioni pubbliche, possono richiedere del tempo. Per le posizioni non qualificate o presso piccole aziende la procedura può essere rapida.

Prepararsi al colloquio

Le prime impressioni sono molto importanti. Durante il colloquio il selezionatore osserva il vostro abbigliamento. Il candidato deve presentarsi in maniera coerente rispetto al CV. Le domande più frequenti riguardano i punti di forza e di debolezza del candi­dato. Si consiglia di raccogliere informazioni sull'azienda, per avere dimestichezza con le sue attività quotidiane e con le esigenze della posizione che si intende ricoprire. Se avete contatti all'interno dell'azienda, sfruttateli per avere informazioni che potrebbero rivelarsi vantaggiose.

Prima del colloquio il selezionatore potrebbe somministrare ai candidati prove scritte e orali (psicologiche e professionali).

Se perdete interesse alla posizione per cui vi siete candidati, comunicate al datore di lavoro la vostra decisione con un certo anticipo.

Suggerimenti relativi all'abbigliamento

Un candidato vestito in maniera appropriata e curato fa un'impressione di gran lunga migliore di un candidato che si presenta con jeans e maglietta. Evitare gioielli e accessori vistosi e pettinature o tinte stravaganti. La vostra immagine personale dovrebbe riflettere quella di un potenziale candidato.

Chi parteciperà al colloquio?

Una persona o un gruppo di persone, a seconda dell'azienda.

Bisogna stringere la mano?

Si. In base al galateo, la mano viene stretta prima alle donne, quindi alla persona più importante, infine agli altri.

Esiste una struttura tipica per il colloquio di lavoro?

Le strutture di un colloquio variano, ma vi sono caratteristiche comuni. Solitamente l'atmosfera è formale. I selezionatori si pre­sentano, quindi invitano il candidato a fare la stessa cosa, soffermandosi sul titolo di studio conseguito, sulla precedente espe­rienza professionale, su particolari compe­tenze e abilità acquisite, sui suoi interessi e sui motivi della sua candidatura.

I datori di lavoro in genere fanno domande relative alle informazioni fornite nel CV, alla precedente esperienza professionale e alle aspettative del candidato. Il colloquio dura circa mezz'ora.

Aspettate la fine del colloquio per le vostre domande, siate concisi ed evitate di dilun­garvi nei dettagli.

Quando si può considerare "inappropriata" una domanda?

Le domande attinenti a religione, origine etnica, orientamento sessuale o gravidanze devono essere evitate ai sensi della legge croata in materia di antidiscriminazione, che è entrata in vigore nel 2009. Potete rifiutarvi di rispondere alle domande che riguardano la vostra vita privata.

Discutere il trattamento economico (retribuzione e altri emolumenti)

È frequente che siano i datori di lavoro a fissare la retribuzione e i benefici accessori e lo spazio per la contrattazione è limitato. In ogni caso, il trattamento economico è negoziabile soltanto nel settore privato, mentre nel settore pubblico è stabilito per legge. Gli stipendi sono espressi come retribuzione mensile e dovrebbero comprendere i diritti alle ferie. Premi e altri benefici sono discussi separatamente.

È previsto un periodo di prova?

Un periodo di prova di un giorno non è contemplato dalla legge.

Quanto dura il periodo di pratica professionale standard?

Il periodo di pratica professionale è compreso di solito tra 1 e 3 mesi.

Il datore di lavoro rimborsa le spese sostenute dai candidati per partecipare al colloquio di lavoro?

Il datore di lavoro non è obbligato a rimborsare le spese sostenute dal candidato per partecipare al colloquio.

Quando viene comunicato l'esito del colloquio?

Alla fine del colloquio potete chiedere al selezionatore quando saranno resi noti i risultati della selezione. Il datore di lavoro in genere informa i candidati in merito ai risultati della selezione dopo una o due settimane dal colloquio.

Responso e fasi successive

Dopo il colloquio è possibile chiamare il selezionatore e chiedere un responso.

Con quanto anticipo è opportuno presentarsi al colloquio?

Si consiglia di presentarsi con 10-15 minuti di anticipo per organizzare e rivedere la documentazione e per prepararsi. Se siete in ritardo o non potete presentarvi al colloquio di lavoro, informate il datore di lavoro.

ultima data di modifica: 2014-09-30 09:31:39

© Unione europea, 2014

Study in Switzerland
BBA-Bachelor-220_1.jpg

Study in Poland
agh_en_220_300.jpg
Privacy Policy