Lavorare in Europa

Paese

Slovacchia - lavoro

Paese: Slovacchia
Lingue ufficiali: slovacco
Forma di governo: repubblica parlamentare
Popolazione: 5,4 milioni
Capitale: Bratislava
Moneta: euro (EUR)
Membro dell’UE o del SEE: UE
Prefisso telefonico: +421
Codice Internet: .sk

Perché questo paese?

Denominata la "Tatra Tiger", l'economia della Slovacchia ha registrato una crescita sostenuta prima della recessione globale. Da allora i segnali di ripresa sono stati più lenti. Ciononostante, negli ultimi anni si è assistito a un aumento sia del numero delle persone occupate che del numero dei posti di lavoro. Oltre a quello delle tecnologie dell'informazione, la crescita ha interessato il settore dei servizi di trasporto e magazzinaggio, le attività di informazione e comunicazione e la produzione industriale. I principali settori industriali sono la produzione di automobili e l'ingegneria elettrica; la Slovacchia, infatti, è il più grande produttore di automobili pro capite del mondo.

Al di là delle considerazioni riguardanti il lavoro, questo paese compatto senza sbocchi sul mare è dotato di una vasta rete di collegamenti di trasporto e di numerose attrattive naturali e culturali, tra cui città storiche, grotte spettacolari, paesaggi montani mozzafiato e un vivace panorama di sport invernali.

Cercare lavoro

Gli annunci di lavoro sono pubblicati su Internet, sui quotidiani e sui giornali regionali. In Slovacchia i portali di lavoro online, le società di collocamento private e il servizio pubblico dell'occupazione pubblicano sui loro siti web gli annunci di posti di lavoro vacanti, che forniscono tutte le informazioni sulle posizioni offerte e sui requisiti dei candidati.

Suggerimenti per i candidati

Seguite le istruzioni indicate nell'annuncio di posto vacante. Non inviate la stessa candidatura a più datori di lavoro. Rivolgetevi a ogni datore di lavoro individualmente. Il contenuto di una domanda inviata via e-mail deve essere uguale a quello di una domanda scritta a mano. È prassi comune inviare una lettera di presentazione, spiegando perché si desidera lavorare per quella determinata società, e allegare un CV e una copia del proprio diploma.

È normale accludere una fotografia al CV?

No, di solito si acclude una fotografia solo nelle domande inviate a datori di lavoro stranieri.

Le candidature scritte a mano sono più apprezzate?

No, è opportuno digitare le candidature al computer. In caso di candidature scritte a mano, assicuratevi che la grafia sia leggibile.

Il modello Europass per il CV è diffuso e accettato?

Si, viene utilizzato spesso.

Contattare il datore di lavoro via telefono

Siate affabili e cordiali durante i contatti con il datore di lavoro. Rispondete a tutte le domande e descrivete con tatto le vostre aspettative.

È necessario inviare i diplomi insieme alla candidatura?

Non sempre. In alcuni casi devono essere inviati insieme alla candidatura; in altri è necessario portarli con sé al colloquio.

Occorre presentare referenze, lettere di raccomandazione o una prova di buona condotta?

Fornite al selezionatore raccomandazioni sulla vostra esperienza e sulle vostre capacità in ambito lavorativo nonché i recapiti di una persona che possa attestare l'esattezza di tali informazioni. Le referenze devono confermare il periodo di lavoro, valutare il lavoro di una persona in cerca di occupazione e anche raccomandarla a un altro datore di lavoro. Gli insegnanti e le persone che lavorano con le armi o con sostanze pericolose, per esempio, dovranno presentare una prova di buona condotta.

Tempo intercorso solitamente tra la pubblicazione dell'avviso di posto vacante e l'inizio dell'attività lavorativa

Da due settimane a un mese o più.

Prepararsi al colloquio

Per le posizioni specializzate, potrebbe esservi chiesto di sottoporvi a un test attitudinale. Per le mansioni non qualificate dovete comunque dimostrare la vostra volontà di lavorare.

Preparatevi bene per il colloquio. Portate con voi le copie dei vostri diplomi e patentini e di altri documenti richiesti, dimostrate i risultati ottenuti in ambito lavorativo e date prova della vostra esperienza e delle vostre capacità. Siate educati e rispondete in maniera chiara e sincera.

Suggerimenti relativi all'abbigliamento

Dovete essere ordinati, puliti e vestiti con cura. Se il posto vacante riguarda una posizione impiegatizia, è necessario che gli uomini indossino un abito e le donne un tailleur. I gioielli sono accettabili, ma non devono essere eccessivi e devono essere limitati nel numero.

Chi parteciperà al colloquio?

Saranno solitamente presenti da uno a tre rappresentanti della società, che sottopor¬ranno al colloquio 10-30 candidati. Talvolta potrebbero svolgersi colloqui di gruppo.

Bisogna stringere la mano?

No, la stretta di mano è solitamente riservata al candidato prescelto al termine del processo di selezione.

Esiste una struttura tipica per il colloquio di lavoro?

Nella maggior parte dei casi, i datori di lavoro iniziano col presentare la società e le loro aspettative nei confronti del nuovo dipendente. Chiederanno quindi ai candi­dati di esporre i motivi per i quali vogliono il lavoro e di descrivere le loro conoscenze e capacità. Il datore di lavoro può anche chiedere ai candidati di sottoporsi a un test oppure di compilare alcuni moduli. Alla fine del colloquio, il datore di lavoro può offrire ai candidati la possibilità di porre domande.

L'atmosfera è formale. Tenetelo presente e state attenti a scegliere con cura le parole. Il colloquio si concentra per la maggior parte del tempo su questioni professionali. In genere il datore di lavoro non è interessato agli aspetti personali.

Quando si può considerare "inappropriata" una domanda?

I candidati non sono tenuti a rispondere a domande riguardanti la vita privata, l'affiliazione religiosa, il credo politico o lo stato civile.

Discutere il trattamento economico (retribuzione e altri emolumenti)

È raro che la persona in cerca di lavoro abbia un discreto margine d'azione nel negoziare il contratto e nella maggior parte dei casi può soltanto accettare o rifiutare. Le prestazioni integrative più comuni sono per esempio l'alloggio, l'auto aziendale e il telefono cellulare.

È previsto un periodo di prova?

Potrebbe esservi chiesto di svolgere un giorno di prova. Poiché tale richiesta non è legale, è possibile non assecondarla, ma il datore di lavoro potrebbe interpretare tale rifiuto come una dimostrazione di scarsa volontà a collaborare e decidere di non accettare il candidato.

Quanto dura il periodo di pratica professionale standard?

Ha una durata media di tre mesi.

Il datore di lavoro rimborsa le spese sostenute dai candidati per partecipare al colloquio di lavoro?

Potrebbe succedere, ma avviene di rado.

Quando viene comunicato l'esito del colloquio?

Uno o due settimane dopo il colloquio.

Responso e fasi successive

Non è prassi comune chiedere un riscontro dopo un colloquio. I candidati prescelti vengono informati dell'esito del colloquio tramite e-mail o con una telefonata.

Con quanto anticipo è opportuno presentarsi al colloquio?

Arrivate almeno 30 minuti prima dell'appuntamento.

ultima data di modifica: 2014-10-01 10:26:44

© Unione europea, 2014

Study in Switzerland
MBA_Master_220.jpg

Study in Poland
Privacy Policy