Lavorare in Europa

Paese

Liechtenstein - lavoro

Lingue ufficiali: tedesco
Forma di governo: monarchia costituzionale
Popolazione: 36 800
Capitale: Vaduz
Moneta: franco svizzero (CHF)
Membro dell’UE o del SEE: SEE ed EFTA
Prefisso telefonico: +423
Codice Internet: .li

Perché questo paese?

Ultima vestigia del Sacro romano impero, il Liechtenstein è stato fondato nel 1719 e mantiene stretti legami con la confinante Svizzera. È famoso soprattutto per il suo vantaggioso regime fiscale e per le retribuzioni elevate, nonché come centro bancario e commerciale, oltre a vantare la più alta concentrazione industriale di tutti i paesi europei. Si estende su una superficie ridotta, lunga 25 km e larga 6 km, ma la sua capitale Vaduz è incastonata in uno splendido paesaggio alpino molto amato da escursionisti, ciclisti e, d'inverno, dagli sciatori.

Il tasso di disoccupazione è stato il più basso d'Europa nel 2012 (2,4 % in media e 2,75 % per la disoccupazione giovanile). Il mercato del lavoro registra una carenza di artigiani e tecnici specializzati.

Cercare lavoro

Il sito web migliore per cercare lavoro in Liechtenstein è l'Arbeitsmarkt Service Liechtenstein (http://amsfl.li). Il servizio pubblico per il mercato del lavoro può inol­tre fornire ulteriori informazioni.

Suggerimenti per i candidati

Le domande scritte sono il metodo di can­didatura più diffuso in Liechtenstein. Se vi candidate via e-mail, utilizzate file PDF, se possibile. Inviate tutta la documentazione necessaria per la richiesta di assunzione: lettera di presentazione, curriculum vitae con foto, referenze e lettere di raccomanda­zione, diploma e altri documenti pertinenti per il posto di lavoro cui vi candidate. Non dimenticate di includere il vostro recapito.

Dopo aver presentato la candidatura, rice­verete un invito a un colloquio oppure un rifiuto (scritto). Dopo il colloquio è possibile che dobbiate sottoporvi a un test o a una valutazione. Potreste dover sostenere da uno a tre colloqui prima di firmare un con­tratto di lavoro.

È normale accludere una fotografia al CV?

Sì, una foto sul CV è assolutamente raccomandata.

Le candidature scritte a mano sono più apprezzate?

No, le candidature devono essere scritte a mano solo se richiesto esplicitamente dal datore di lavoro.

Il modello Europass per il CV è diffuso e accettato?

No, è più opportuno usare il modello svizzero per il CV. Un campione è disponibile alla pagina http://www.amsfl.li.

Contattare il datore di lavoro via telefono

Quando chiamate il datore di lavoro, fatevi passare la persona di contatto indicata. Non ponete troppe domande e chiedete solo informazioni pertinenti. Non dilungatevi eccessivamente nella telefonata.

È necessario inviare i diplomi insieme alla candidatura?

Preferibilmente sì o perlomeno portateli con voi al colloquio.

Occorre presentare referenze, lettere di raccomandazione o una prova di buona condotta?

Lettere di raccomandazione e referenze sono molto importanti per il selezionatore, ma devono essere fornite solo su richiesta.

Tempo intercorso solitamente tra la pubblicazione dell'avviso di posto vacante e l'inizio dell'attività lavorativa

Da 1 a 3 mesi.

Prepararsi al colloquio

I candidati dovrebbero conoscere il più pos­sibile l'azienda alla quale sono interessati: devono cioè essere al corrente della sua attività, del fatturato, delle dimensioni, del settore, della posizione geografica, della cultura organizzativa ecc.

Preparatevi a domande come: perché vuole lavorare per la nostra azienda? Che cosa sa della nostra azienda? Mettete per iscritto le domande che intendete fare. Fate attenzione alle vostre informazioni perso­nali o professionali che il datore di lavoro può trovare su Internet.

Suggerimenti relativi all'abbigliamento

L'abbigliamento deve essere consono all'azienda e al ruolo ricoperto. In generale, evi¬tate colori sgargianti e abiti succinti e non esagerate con il trucco e con i gioielli.

Chi parteciperà al colloquio?

Solitamente il colloquio è condotto da una a tre persone, di cui almeno un rappresentante delle risorse umane e un supervisore.

Bisogna stringere la mano?

Si, in Liechtenstein è buona educazione stringere la mano.

Esiste una struttura tipica per il colloquio di lavoro?

Un colloquio dura 1 o 2 ore. I test o le valu­tazioni possono richiedere qualche altra ora.

I colloqui possono essere strutturati (domande fisse, che facilitano il confronto tra i candidati), semi-strutturati e non strut­turati. I colloqui semi-strutturati sono quelli più usati. Una possibile struttura potrebbe essere: introduzione; presentazione della società; domande al candidato (esperienze professionali, istruzione, interessi, corsi fre­quentati, competenze, spirito di squadra ecc.); hobby e occupazioni non professionali; obiettivi personali; trattative contrattuali; riepilogo e passaggi successivi.

L'atmosfera sarà collaborativa, aperta e franca. Le domande professionali e non professionali saranno equamente ripar­tite. È importante che dimostriate la vostra motivazione. Il datore di lavoro vuole avere il maggior numero d'informazioni sulla motivazione del candidato, sulle sue conoscenze e competenze, ma anche sulla sua personalità.

Al termine del primo colloquio potete porre qualsiasi domanda. Le domande sul trat­tamento economico vengono solitamente affrontate durante il secondo colloquio.

Quando si può considerare "inappropriata" una domanda?

Non siete tenuti a rispondere a domande circa una gravidanza pianificata, allo stato di salute, al credo politico o religioso, a meno che non siano pertinenti per il lavoro proposto.

Discutere il trattamento economico (retribuzione e altri emolumenti)

Potete contrattare i benefici. La persona con cui contrattare questi aspetti solitamente è il responsabile del personale. A tal fine potrebbe essere utile contattare anzitutto un sindacato, che può darvi informazioni sulla fascia retributiva dell'occupazione in questione. In genere le retribuzioni sono espresse su base mensile o annuale. È incluso il pagamento delle ferie, ma non i premi, perlomeno non nello stipendio fisso. Le più comuni prestazioni integrative del regime legale sono: buoni pasto, auto aziendale, telefono cellulare, buoni sport, mensa aziendale, computer portatile ecc.

È previsto un periodo di prova?

Il ricorso a un giorno di prova non è prassi comune, ma può essere utile in talune situazioni. Potete rifiutare la prova, anche se questa potrebbe essere utile per far conoscere il lavoro al candidato.

Quanto dura il periodo di pratica professionale standard?

Da uno a tre mesi al massimo.

Il datore di lavoro rimborsa le spese sostenute dai candidati per partecipare al colloquio di lavoro?

Si, ma è meglio che chiediate in anticipo.

Quando viene comunicato l'esito del colloquio?

Alla fine del colloquio il datore di lavoro dovrebbe comunicarvi il termine per la decisione o specificare quali saranno le fasi successive della selezione. Se ciò non avviene, dovreste essere voi a chiedere delucidazioni al riguardo.

Responso e fasi successive

Dopo il colloquio, potete chiedere un riscontro telefonico.

Con quanto anticipo è opportuno presentarsi al colloquio?

È bene arrivare con circa 10 minuti di anticipo. Al vostro arrivo dovete annunciarvi.

ultima data di modifica: 2014-09-30 11:19:50

© Unione europea, 2014

Study in Switzerland
MBA_Master_220.jpg

Study in Poland
Privacy Policy