Lavorare in Europa

Paese

Romania - lavoro

Paese: Romania
Lingue ufficiali: rumeno
Forma di governo: repubblica presidenziale
Popolazione: 20,1 milioni
Capitale: Bucarest
Moneta: leu romeno (RON)
Membro dell’UE o del SEE: UE
Prefisso telefonico: +40
Codice Internet: .ro

Perché questo paese?

Alcune delle attrattive naturali sono il delta del Danubio, la costa del mar Nero e i monti Carpazi. A ovest delle catene montuose si estende la regione storica della Transilvania che, con le sue città medievali e i suoi castelli fiabeschi, è una meta imperdibile per gli appassionati di storie sui vampiri.

Negli ultimi anni la Romania ha attirato considerevoli investimenti esteri e ha assistito a una rapida crescita del settore privato, in parte grazie al suo livello di imposizione, che è uno dei più bassi nell'Unione europea (un'aliquota unica del 16 %). Se da un lato i salari sono fra i più bassi in Europa, dall'altro anche il tasso di disoccupazione è ridotto. La Romania ha una base industriale e agricola più ampia, ma questi settori stanno perdendo terreno a favore dei servizi, in particolare il commercio e un comparto turistico in rapida crescita. I settori in cui si pubblicano più frequentemente annunci di posti vacanti sono l'industria tessile, la movimentazione delle merci, l'assemblaggio di parti, gli imballaggi, l'edilizia e le vendite.


Cercare lavoro

Il modo migliore per cercare lavori poco qualificati e non qualificati è consultare i giornali o le agenzie pubbliche locali per l'impiego. Le persone altamente qualificate e con un livello elevato d'istruzione tendono a cercare lavoro via Internet.

Suggerimenti per i candidati

Una persona interessata a un posto di lavoro vacante può presentare la pro­pria candidatura direttamente al datore di lavoro inviando una mail o facendo una telefonata.

Il selezionatore deciderà di sottoporvi a un colloquio nella misura in cui il vostro cur­riculum vitae corrisponderà ai requisiti del profilo ricercato. Per i lavori altamente qua­lificati (medici, ingegneri) è importante accludere una lettera di presentazione la cui lunghezza non deve superare le due pagine. Per i lavori che richiedono un basso livello di qualifiche/di istruzione, non è particolar­mente importante accludere una lettera di presentazione.

I datori di lavoro possono organizzare più di un colloquio, nel qual caso il primo col­loquio viene generalmente svolto per tele­fono. Nei colloqui telefonici, il selezionatore verifica se le informazioni contenute nel CV sono vere e chiede maggiori dettagli sulle conoscenze, capacità ed esperienze profes­sionali del candidato. Un colloquio telefo­nico dura all'incirca 10-15 minuti.

È normale accludere una fotografia al CV?

Generalmente non è necessario accludere una foto, a meno che il datore di lavoro non lo specifichi nell'annuncio.

Le candidature scritte a mano sono più apprezzate?

No, oggigiorno si preferiscono le candidature scritte al computer.

Il modello Europass per il CV è diffuso e accettato?

Il modello Europass per il CV non è diffuso e accettato, anche se noi ne raccomandiamo l'utilizzo. Le persone che sono titolari di un diploma di istruzione superiore tendono a usare il modello Europass; quelle che hanno conseguito risultati scolastici inferiori preferiscono non avvalersene, poiché la sua compilazione viene ritenuta piuttosto lunga e complicata.

Contattare il datore di lavoro via telefono

Lo scopo di una telefonata è generalmente quello di fissare un appuntamento per un colloquio. Potete chiamare anche se avete inviato il vostro CV qualche settimana prima e non siete stati contattati. Preparate in anticipo ciò che volete dire e siate brevi e pertinenti. Presentatevi, fate presente al datore di lavoro che avete recentemente inviato il vostro CV e indicate il lavoro al quale siete interessati. La conversazione deve essere breve. Non chiamate più volte.

È necessario inviare i diplomi insieme alla candidatura?

Solo se vi viene richiesto. Alcuni datori di lavoro chiedono una copia del diploma all'inizio della procedura, mentre altri non ne hanno bisogno per selezionare i candidati.

Occorre presentare referenze, lettere di raccomandazione o una prova di buona condotta?

I datori di lavoro chiedono in genere referenze o lettere di raccomandazione. Tutti i datori di lavoro richiedono la prova di buona condotta (vale a dire la notifica di eventuali vostri precedenti penali). In genere dovete essere in grado di esibirla per tutti i lavori.

Tempo intercorso solitamente tra la pubblicazione dell'avviso di posto vacante e l'inizio dell'attività lavorativa

In generale trascorrono dalle due alle quattro settimane, ma il tempo intercorso può variare. Talvolta il datore di lavoro vuole sottoporre a colloquio più candidati o chiede altri documenti riguardanti il lavoro prece¬dente o gli studi del candidato.

Prepararsi al colloquio

Molte società propongono un colloquio telefonico prima di decidere se vogliono incontrarvi di persona. In questo caso è importante che vi prepariate come se doveste affrontare un colloquio vero e proprio e che esprimiate chiaramente la vostra personalità fin dall'inizio. Non interrompete la persona mentre sta parlando e, prima di rispondere, accertatevi di avere capito la domanda.

Assicuratevi di conoscere il campo in cui opera la società e quali sono i requisiti per la posizione alla quale vi state candidando. Il selezionatore si aspetterà un atteggia-mento professionale e vorrà avere un dia-logo onesto e franco con voi. Concentratevi sui dettagli del vostro CV. I datori di lavoro sanno che in genere la sezione relativa alle conoscenze e capacità viene un po' gonfiata.

Suggerimenti relativi all'abbigliamento

Dovete essere vestiti in modo dignitoso e rispettabile.

Chi parteciperà al colloquio?

Di norma partecipano al colloquio un rappresentante del personale delle risorse umane responsabile del processo di selezione, il capo del dipartimento per il quale la società sta effettuando la selezione e, in alcuni casi, il direttore generale/presidente della società.

Bisogna stringere la mano?

Si, in Romania è buona educazione stringere la mano.

Esiste una struttura tipica per il colloquio di lavoro?

Dopo che il selezionatore avrà deciso di volervi incontrare di persona, il colloquio può durare da 30 minuti a 2 ore. Sono importanti tutti gli aspetti della comunica­zione verbale e non verbale. Il seleziona­tore osserverà le vostre capacità positive e negative di comunicazione e le analizzerà al fine di dare la propria valutazione.

La maggior parte dei datori di lavoro uti­lizza colloqui semi-strutturati. Durante il primo incontro la struttura può essere la seguente:

frasi di circostanza per mettervi a vostro agio;

presentazione del selezionatore e del candidato;

domande riguardanti la vostra esperienza e le vostre capacità e conoscenze; veri­fica delle informazioni contenute nel CV;

il selezionatore vi informa in merito ai requisiti e alle mansioni principali del lavoro, oltre a parlarvi della società in generale: in quali settori opera, quali sono i risultati raggiunti, eccetera;

il selezionatore verifica che abbiate com­preso tutti gli aspetti affrontati;

le vostre domande, tra cui, per esempio: qual è l'orario di lavoro? Quale retribu­zione offrite? C'è una pausa pranzo?

Vi consigliamo di preparare domande prima dell'incontro, ma siate flessibili e cer­cate di pensare a qualche altra domanda che potrebbe venirvi in mente durante il colloquio.

L'atmosfera deve essere aperta, rilassata e comunicativa. Assicuratevi di adottare un atteggiamento professionale e di spie­gare la vostra motivazione nei confronti del lavoro.

Quando si può considerare "inappropriata" una domanda?

In Romania vige una normativa contro la discriminazione.

Discutere il trattamento economico (retribuzione e altri emolumenti)

Potete negoziare la retribuzione e le prestazioni integrative e di altra natura. La retribuzione è espressa in tariffe mensili. Il pagamento delle ferie e i bonus annuali vengono negoziati separatamente. Nel caso in cui siano offerte, le prestazioni integrative più diffuse sono i buoni pasto e il pagamento delle ferie. In genere, è responsabile della negoziazione il dipartimento Risorse umane, che conosce la retribuzione massima che la società può offrire per quella particolare posizione. La decisione definitiva spetta però alla direzione della società.

È previsto un periodo di prova?

Il codice del lavoro rumeno prevede la possibilità di fissare un periodo di prova della durata massima di 90 giorni per le posizioni non dirigenziali e di non oltre 120 giorni per gli incarichi dirigenziali.

Quanto dura il periodo di pratica professionale standard?

Secondo il codice del lavoro, ogni categoria di lavoratori deve essere sottoposta a un periodo di pratica professionale.

Il datore di lavoro rimborsa le spese sostenute dai candidati per partecipare al colloquio di lavoro?

No, in Romania il datore di lavoro non rimborserà queste spese.

Quando viene comunicato l'esito del colloquio?

Durante il colloquio l'intervistatore vi farà sapere se siete stati selezionati o meno o quando sarete contattati nuovamente.

Responso e fasi successive

Se non ricevete alcun riscontro a distanza di poco tempo dal colloquio, potete ritenervi esclusi dalla selezione. In genere i datori di lavoro non comunicano l'esito del colloquio ai candidati che non sono stati selezionati. Ciononostante, è accettabile chiamare il datore di lavoro per avere un riscontro.

Con quanto anticipo è opportuno presentarsi al colloquio?

La puntualità è molto importante; dovete rispettare l'appuntamento fissato per il colloquio. Se però avete qualche minuto di ritardo, il datore di lavoro può dimostrarsi comprensivo, a patto che abbiate una valida giustificazione.

ultima data di modifica: 2014-10-01 09:41:30

© Unione europea, 2014

Study in Switzerland
BBA-Bachelor-220_1.jpg

Study in Poland
Privacy Policy